Crisi Superbonus e stop alla rottamazione dell’incentivo fiscale per le ristrutturazioni: l’allarme di Cutrone dell’Ance

Corriere di Ragusa Sicilia

Crisi Superbonus e stop alla rottamazione dell’incentivo fiscale per le ristrutturazioni: l’allarme di Cutrone dell’Ance

PALERMO – “Investimenti in calo in Sicilia ad una media di 100 milioni di euro al mese, con un numero importante di crediti “incagliati”, nonostante la timida riapertura delle maglie bancarie, con cantieri edili bloccati da mesi ed un effetto negativo a valanga su tutta la filiera di settore, dai pittori ai ferramenta, dagli idraulici ai falegnami, per un totale di almeno 14.000 aziende siciliane coinvolte”. E’ la situazione poco rosea del blocco del Superbonus in Sicilia illustrata da Santo Cutrone, presidente regionale dell’Ance, l’associazione dei costruttori edili, che rilancia così l’allarme, puntando il dito contro lo stop alla rottamazione, voluta dal governo nazionale, dell’incentivo fiscale per le ristrutturazioni di condomini e villette. “Uno stop – conclude Cutrone – che finirà per smantellare la crescita del Pil siciliano”.