Corriere di Ragusa Attualità

Fondi locazioni. Avviso per le domande di contributo per gli affitti anno 2021: 17 milioni di euro stanziati per tutti i siciliani

SCICLI – A partire da lunedi 21 agosto tutti i siciliani che vivono in affitto ed in possesso di regolare contratto di locazione potranno fare domanda per avere diritto ad un contributo economico messo a disposizione dalla Regione Sicilia. Ci sarà tempo fino al 20 ottobre. A darne notizia è l’Onorevole Ignazio Abbate che già nel corso del suo ultimo mandato da Sindaco di Modica aveva proposto un provvedimento simile durante il periodo pandemico. “Quando proponemmo questo tipo di aiuto economico – commenta Abbate – i cittadini apprezzarono particolarmente e ora siamo riusciti a replicare il provvedimento estendendolo a tutto il territorio regionale grazie ai 17 milioni stanziati”.

Si potrà operare esclusivamente in modalità online al seguente link: https://siciliapei.regione.sicilia.it/fondolocazione per accedere al Fondo nazionale per il sostegno all’accesso delle abitazioni in locazione relativo all’anno 2021. Si avvisa l’utenza che le richieste di contributo potranno essere inoltrate con l’inserimento, previo accreditamento, dei dati e allegati sul portale web: https://siciliapei.regione.sicilia.it/fondolocazione/.

Non è ammessa altra forma di trasmissione, cartacea o telematica. Per partecipare all’Avviso è necessario: dotarsi di identità digitale SpiD L2 o Cie (Carta Identità Elettronica); accedere sulla piattaforma SiciliaPei (https://siciliapei.regione.sicilia.it/fondolocazione) dalle ore 09:00 del 21 Agosto 2023 alle ore 18:00 del 20 Ottobre 2023, completare le differenti sezioni dell’istanza e presentarla.

Per richieste di assistenza e supporto per l’inserimento della richiesta sulla piattaforma informatica, contattare il supporto tecnico al seguente numero 0621129731, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 09:00 alle ore 13:30 e dalle ore 14:30 alle 18:00, festivi esclusi.

In alternativa è possibile inviare una mail al seguente indirizzo fondolocazionehelp@regione.sicilia.it.

CRITERIO PER LA DETERMINAZIONE DELLE FASCE DI REDDITO
Fascia “A”
– ISEE corrente o ordinario del nucleo familiare uguale o inferiore alla somma di due pensioni minime INPS che per il corrente anno 2021 il valore è pari a € 13.405,08 (Circolare INPS n. 197 del 23/12/2021) rispetto al quale l’incidenza sul valore ISEE del canone annuo corrisposto è superiore al 14%; l’ammontare del contributo per ciascun richiedente è destinato a ridurre sino al 14% l’incidenza del canone sul valore ISEE e non può essere superiore a € 3.098,74;

Fascia “B”
– ISEE corrente o ordinario del nucleo familiare uguale o inferiore al limite di reddito previsto per l’accesso all’edilizia sovvenzionata, pari ad € 15.347,85, rispetto al quale l’incidenza sul valore ISEE del canone annuo corrisposto è superiore al 24% e non può essere superiore a € 2.324,05.

Fascia “COVID”
– ISEE corrente o ordinario del nucleo familiare non superiore a 35.000,00 euro che presentino una autocertificazione nella quale dichiarino di aver subito, in ragione dell’emergenza COVID-19, una perdita del proprio reddito IRPEF superiore al 25% fermi restando i criteri già adottati nei precedenti bandi e non disporre di sufficiente liquidità per far fronte al pagamento del canone di locazione e/o degli oneri accessori, rispetto al quale l’incidenza sul valore ISEE del canone annuo corrisposto è superiore al 24% e non può essere superiore a € 2.324,05.

Il reddito da assumere a riferimento è quello risultante dalla dichiarazione dei redditi anno 2022 (prodotti nell’anno 2021) e l’ammontare del canone, riferito allo stesso anno 2021, va rilevato dal contratto di locazione.

REQUISITI
Ecco i requisiti che devono possedere i richiedenti per l’ottenimento del sostegno in argomento:

– Essere cittadino italiano o di uno Stato aderente all’Unione Europea. Possono partecipare anche i cittadini di uno Stato non aderente all’Unione Europea, in possesso di valido e regolare permesso di soggiorno, ai sensi dell’art. 40, comma 6 del D. Lgs. 286/1998 o carta di soggiorno in corso di validità e non ricorrano le condizioni previste dall’art. 5 commi 5, 5-bis e 5-ter del D.Lgs. 25 luglio 1998 n. 286 e successive modifiche e integrazioni;

– Avere, unitamente al proprio nucleo familiare, i requisiti previsti dalla normativa vigente per l’accesso all’edilizia residenziale pubblica. In caso di trasferimento in altro Comune, il requisito della residenza va posseduto con riferimento al periodo coperto dal contributo;

– Essere titolari, per l’anno di riferimento 2021, di un Contratto di locazione di unità immobiliari ad uso abitativo di proprietà pubblica o privata (con esclusione di quelli aventi categoria catastale A/1, A/8 e A/9; di quelli locati esclusivamente per usi turistici) e di alloggi di edilizia economica e popolari il cui contratto di locazione sia ancora in corso con gli enti gestori di settore debitamente registrato;

– Essere in possesso di certificazione ISE/ISEE riferita ai redditi percepiti nell’anno 2021 e rientrante entro i valori sotto riportati (ISE/ISEE con scadenza 31/12/2023);

– Non essere titolare di reddito di cittadinanza atteso che i contributi concessi non sono cumulabili con la quota destinata all’affitto del cd. reddito di cittadinanza di cui al decreto- legge 28 gennaio 2019,n.4, convertito con modificazioni dalla legge 28 marzo 2019, n.26, e successive modifiche ed integrazioni.