Caldo troppo torrido: emanato il bollettino di protezione civile per allerta rossa in provincia di Ragusa. Temperature in calo da giovedì

Corriere di Ragusa Attualità

Caldo troppo torrido: emanato il bollettino di protezione civile per allerta rossa in provincia di Ragusa. Temperature in calo da giovedì

RAGUSA – Il dipartimento regionale della Protezione Civile ha emesso il bollettino “Avviso di Protezione Civile – rischio incendi e ondate di calore” con il quale si annuncia l’esistenza di un robusto promontorio subtropicale presente sul Mediterraneo che porterà condizioni di tempo stabile e soleggiato con temperature in generale aumento e con valori massimi da elevati a molto elevati. Il territorio della provincia di Ragusa è in allerta rossa, mentre il resto della Sicilia resta in preallerta arancione.

Le elevate temperature, specialmente se associate ad un elevato tasso di umidità che impedisce la regolare sudorazione, possono influire negativamente sulla salute delle persone, soprattutto se anziane o sofferenti di particolari patologie croniche, o di particolari patologie dell’apparato cardiovascolare. Attenzione va ai non autosufficienti a coloro che assumono regolarmente farmaci, a neonati e bambini piccoli.

Attenzione va anche agli animali domestici che risultano essere molto sensibili alle ondate di calore.
La Protezione civile raccomanda di evitare di uscire nelle ore più calde, di indossare cappelli e abiti di colore chiaro, preferibilmente di cotone o lino. È importante bere molti liquidi, almeno due litri al giorno, non assumere integratori salini senza avere prima consultato il medico di famiglia, e sostanze alcoliche. Quando le temperature sono alte è consigliabile fare pasti leggeri e ripetibili nell’arco della giornata, preferendo frutta e verdura. È raccomandato rinfrescare l’ambiente domestico e di lavoro con ventilatori o condizionatori o deumidificatori.

Se si è affetti da patologia ipertensiva è necessario continuare ad assumere i farmaci abituali. In caso di mal di testa dovuto a eccessivo calore è opportuno bagnarsi il capo con acqua fresca per abbassare la temperatura corporea. Intanto il Comune di Ragusa ha attivato il presidio operativo territoriale per il monitoraggio dei punti critici individuati nel piano comunale di Protezione Civile. Tale presidio sarà svolto dalle 9 alle 20 del 23 luglio dal personale incaricato.

Il Centro Sud sarà più coinvolto da temperature molto elevate almeno fino a mercoledì 26 luglio poi inizierà un lento declino del super anticiclone africano. Secondo le previsioni a medio lungo termine di 3B Meteo, l’anticiclone africano batterebbe in ritirata sotto la spinta di una ondulazione nord Atlantica che dal 25 piloterebbe un fronte a ridosso dell’arco alpino. Tale fronte, sotto la spinta di venti in quota nord occidentali, piegherebbe verso l’Italia che la attraverserebbe da nord a sud. Oltre ai fenomeni ci sarebbe anche un deciso calo termico su tutta la Penisola con un rientro alla normalità termica entro la fine di luglio. Nei prossimi giorni vi daremo maggiori ragguagli circa questa tendenza.

Secondo la tendenza a lungo termine la prima settimana di agosto si preannuncia con caldo tutto sommato nella norma, specie al Centro Nord; queste zone sarebbero più esposte al transito di qualche perturbazione con fenomeni più incisivi al Nord, dorsale e versante Adriatico. Meno coinvolto il Sud, seppur con instabilità a tratti presente sul basso Adriatico e Appennino.