Il cantautore modicano Giovanni Caccamo firma la colonna sonora del film di Beppe Fiorello “Stranizza d’amuri”

Corriere di Ragusa Nazionale

Il cantautore modicano Giovanni Caccamo firma la colonna sonora del film di Beppe Fiorello “Stranizza d’amuri”

E’ il giovane cantautore modicano Giovanni Caccamo, insieme a Leonardo Milani, a firmare la colonna sonora del film di Beppe Fiorello, “Stranizza d’amuri”, a breve in tutti i cinema. Le musiche originali del film raccolgono 15 tracce inedite. “Luntanu”, la canzone inedita di Giovanni Caccamo, è una carezza a cuore aperto, una nenia siciliana, una danza embrionale che galleggia tra sperimentazione e tradizione, cullandosi su un testo sussurrato, poetico, nudo. Una visione onirica dei 2 protagonisti del lungometraggio. Caccamo, legato da tempo a Franco Battiato, suo mentore artistico, aveva già collaborato con Giuseppe Fiorello, ospite speciale del suo ultimo album “Parola”. “Comporre la colonna sonora originale di questo film è stato particolarmente emozionante”, ha dichiarato Caccamo.

I brani, ispirati allo stesso Battiato, colonna sonora della giovinezza dello stesso Beppe Fiorello, mescolano elementi classici e moderni. I colori della Sicilia e le vibrazioni viscerali dell’intreccio narrativo hanno portato i 2 autori ad utilizzare strumenti mediterranei con contaminazioni elettroniche, spaziando da sintetizzatori, strumenti a corda e sound design, con un linguaggio contemporaneo ma con radici profonde, capace di costruire un legame sonoro con ognuno dei personaggi del film.

Il film è ambientato in Sicilia, nell’estate del 1982, quando tutta l’Italia è presa dai mondiali di calcio in Spagna, dove le imprese degli azzurri, trascinati da Paolo Rossi si preparano a conquistare la terza coppa del mondo. La storia, ispirata a un fatto vero, è quella di Gianni (Samuele Segreto), un giovane di 17 anni senza amici. Il ragazzo è gay e viene bullizzato per questo motivo da alcuni suoi coetanei, subendo in silenzio ogni loro scherno. L’unica persona in cui Gianni trova conforto è la madre Lina (Simona Malato), che lo sostiene sempre, anche quando è costretta a scontrarsi con il suo compagno, Franco (Enrico Roccaforte), il proprietario dell’officina dove lavora il giovane.

La vita di Gianni, però, cambia del tutto quando incontra il sedicenne Nino (Gabriele Pizzurro). I due hanno un incidente mentre sono entrambi alla guida dei loro motorini, ma da questo sfortunato evento nasce una grande amicizia, che ben presto si trasforma in un sentimento che i ragazzi sono costretti a mantenere segreto, per la paura del forte pregiudizio di chi li circonda.