Per S. Croce un pari sudato che fa classifica

Corriere di Ragusa Sport: Calcio

Per S. Croce un pari sudato che fa classifica

Calcio, Eccellenza/B

S. Croce-Real Siracusa: 1-1

Marcatori: 2’ Ulma, 40’ Sene Pape

S. Croce : Alcaraz, Restivo (33’pt Greco), Russo, Sene Pape, Pisciotta, Mancuso, Reale, Nunes Correia G., Pitanza (33’pt Cortes), Nones Correia N., Napolitano (32’st Celestre). All.re Lucenti.

Real Siracusa : Aglianò, Ballatore, Brancato, Greco, Ulma, Tourè, Pepe, Sillah (19’st Miraglia), Melluzzo (33’st Fiorentino), Ruiz, Miceli (5’st Fontana). All.re Jemma

Arbitro: Milone di Barcellona P.G.

Note. Ammoniti. Reale, Sene Pape, Nunes Correia N. e Mancuso (SC); Sillah, Aglianò, Ruiz e Pepe (RSB). Angoli 7-4 per il Santa Croce. Rec 3’ e 4’

Contro una squadra ostica che ha creato problemi anche alle migliori della categoria, il Santa Croce marca un pareggio e quindi un punto che non è certamente il massimo ma neanche negativo. Gli uomini di Lucenti ancora una volta sono passati in svantaggio a freddo al 2’ per un colpo di testa di Ulma, lasciato colpevolmente solo da calcio d’angolo. E’ l’ennesimo episodio che fa partire i biancoazzurri ad handicap e che devono impostare la partita prima sul recupero del risultato e poi eventualmente su qualcosa di più. Da ciò è conseguito un gioco per il Santa Croce all’insegna di poca serenità ma concluso positivamente alla fine del primo tempo, al 40’, con il pareggio di Sene Pape. Nella prima parte della gara quindi il Santa Croce non è stato a guardare. Al 13’ Reale veniva atterrato in area ma il direttore di gara non concedeva il conseguente sacrosanto rigore. Al 32’ Pitanza solo davanti la porta si faceva respingere il tiro dal portiere. Poi l’episodio del gol-pareggio di Sene Pape lesto a raccogliere la sfera dopo un batti e ribatti in area.

La ripresa è stata più a vantaggio dei padroni di casa che degli ospiti. Al 18’ Napolitano, defilato sulla destra, lasciava partire un diagonale che non centrava la porta e finiva a lato. Al 31’ ancora Napolitano operava una pregevole deviazione verso la porta ma Aglianò era attento. Al 37’ Sene Pape solo davanti alla porta stavolta sparava alto. Il Santa Croce si rammarica che forse avrebbe meritato di più per le maggiori occasioni da rete, il gioco più aperto e la migliore attitudine a uscire bene dai palleggi e dai contrasti a centrocampo. Buoni in generale gli esordi di Nunes Correia Generoso e di Cortes, peccato il non poter sfruttare appieno Pitanza che è stato febbricitante in settimana.