Corriere di Ragusa Attualità

Sigilli dei carabinieri alla residenza sanitaria assistita di Comiso, che resta chiusa a causa delle infiltrazioni piovane

COMISO – Sigilli dei carabinieri alla residenza sanitaria assistita (Rsa) di Comiso (foto), che resta quindi chiusa: gli anziani ospiti e il personale sono stati di conseguenza trasferiti altrove, con tutti i disagi del caso. La vicenda è attenzionata dal coordinatore provinciale di Italia Viva Salvo Liuzzo, secondo cui sembra che la chiusura della struttura sia stata dettata dalla presenza di infiltrazioni d’acqua dal soffitto, ma non c’è ancora nessuna ufficializzazione in tal senso dall’Asp di Ragusa.

La struttura pubblica conta su una trentina di posti letto per le fasce deboli e le persone fragili. Nessun cartello indica le motivazioni della chiusura della Rsa, né quando riaprirà. Nel frattempo gli utenti dovevano essere trasferiti in altre strutture analoghe fuori Comiso. La quasi totalità degli ospiti, però, ha preferito non allontanarsi dal proprio comune e ha optato per soluzioni alternative, a loro spese: case di riposo private o personale addetto all’assistenza. Liuzzo chiede dunque agli enti preposti di fare chiarezza su questa vicenda.