“Nominare il nuovo direttore generale Asp Ragusa”: alza la voce e vuole fatti il sindaco di Pozzallo Roberto Ammatuna

Corriere di Ragusa Attualità

“Nominare il nuovo direttore generale Asp Ragusa”: alza la voce e vuole fatti il sindaco di Pozzallo Roberto Ammatuna

RAGUSA – La nomina c’è, anzi no: da settimane ormai l’Asp di Ragusa è senza direttore generale, con il commissario straordinario Gaetano Sirna che garantisce comunque la normale routine, prendendo decisioni e firmando determine, in attesa che l’assessore regionale alla salute Giovanna Volo, che si prende ancora tempo (per valutare i curricula dei candidati, dice), decida in fretta sul nome del nuovo manager, invece di lasciare la sanità ragusana senza vertice. A tutto questo non ci sta il sindaco di Pozzallo Roberto Ammatuna, l’unico della provincia ad alzare la voce sulla vicenda: “Da sempre – dice Ammatuna – la sanità in Sicilia è stata un formidabile strumento di consenso elettorale. Anche il nuovo governo regionale si muove con lo stesso metodo usato nel passato e gli ultimi accadimenti dimostrano in modo tangibile che la logica è sempre quella di privilegiare il criterio di appartenenza, non tanto ad un partito di governo, ma addirittura a questo o quell’altro parlamentare della stessa maggioranza. Il nuovo assessore regionale alla salute – sentenzia Ammatuna – parla di rivoluzione a parole, ma nei fatti continua a praticare la strada di sempre.

La nomina del nuovo Manager non può più attendere. La sanità è un servizio troppo delicato e importante e non ci si può permettere il lusso di perpetuare un vuoto di potere. Se poi il nuovo assessore regionale alla salute vuole far seguire alle parole i fatti concreti, privilegi nella nomina non la logica della lottizzazione, ma anche e soprattutto – conclude il sindaco di Pozzallo – quella del coinvolgimento del territorio in cui i servizi sanitari operano”. Parole forti quelle di Ammatuna, che si auspica possano contribuire ad un veloce sblocco della situazione.

Nella foto in alto la sede dell’Asp di Ragusa in piazza Igea