Consegnata la rotatoria di via S. Biagio, Italia Viva non condivide quella di corso Ho Chi Min

Corriere di Ragusa Attualità

Consegnata la rotatoria di via S. Biagio, Italia Viva non condivide quella di corso Ho Chi Min

E’ stata consegnata alla città di Comiso la rotonda di via San Biagio, che renderà il flusso veicolare più fluido e sicuro. E stata utilizzata la pietra di Comiso, nell’ottica del contesto architettonico del centro storico, con l’inserimento di una scultura donata dai fratelli Vapore per omaggiare tutti gli scalpellini di Comiso. A breve sarà consegnata anche l’altra rotonda, ormai in fase di completamento, di corso Ho Chi Min. Sulla questione viabilità interviene Italia Viva, secondo cui “La scelta di creare una rotatoria all’intersezione tra via Ho Chi Min e via Generale Girlando – si legge nella nota – è assolutamente giusta e auspicabile, ma riteniamo assolutamente pericoloso e inutile l’esagerato restringimento della sede viaria proprio nel punto di congiunzione tra via Ho Chi Min e via Generale Girlando.

Percorrendo via Ho Chi Min, a pochi metri dalla rotatoria, ci si troverà davanti un marciapiede praticamente perpendicolare alla sede viaria. Temiamo che una possibile distrazione possa rivelarsi fatale. Giusto restringere la sede viaria per accompagnare l’utente della strada alla rotatoria in fase di rallentamento. Pericolosissimo e forse non adeguato alle norme del Codice della strada creare un vero e proprio imbuto. Chiediamo dunque all’amministrazione comunale – conclude la nota – di procedere a una variante del progetto in corso d’opera, in modo da rendere sicura la percorrenza in quel crocevia”.