Raffineria Lukoil salva con approvazione decreto consiglio dei ministri

Corriere di Ragusa Sicilia

Raffineria Lukoil salva con approvazione decreto consiglio dei ministri

Il decreto legge approvato dal consiglio dei ministri con misure a tutela dell’interesse nazionale nei settori produttivi strategici salva la raffineria siciliana di Lukoil di Priolo. Il provvedimento prevede un’amministrazione temporanea, con un commissario che potrà essere rinnovato fino a 2 volte, con la formula 12 mesi più altri 12. Lukoil ha tempo fino a giugno 2023 per avanzare la richiesta di amministrazione temporanea, altrimenti il governo potrà disporre di procedere d’ufficio. Il decreto, approvato all’unanimità, ha visto il gioco di squadra dei ministeri dell’economia, dell’impresa e del Made in Italy, dell’ambiente e della sicurezza energetica. Priolo da sola produce oltre il 20% dei prodotti derivati dalla raffinazione (carburanti, gasolio, benzina) usati in Italia e assorbe oltre il 50% del Pil nella provincia di Siracusa. Con l’amministrazione fiduciaria temporanea sarà dunque assicurata la continuità produttiva e si potranno far ripartire le linee di credito.