La polemica della X di Xmas (Natale) a Pozzallo che “richiama” il fascismo era necessaria?

Corriere di Ragusa Cronaca

La polemica della X di Xmas (Natale) a Pozzallo che “richiama” il fascismo era necessaria?

Quando la polemica diventa stucchevole e basata praticamente sul nulla: accade a Pozzallo, dove una associazione ha chiesto a gran voce la rimozione della X dalla scritta Xmas, che, come noto, è l’abbreviazione della parola inglese Christmas, ovvero Natale. E’ sempre stato così e nessuno mai aveva avuto nulla da ridire, tantomeno su fantomatici e improbabili accostamenti al fascismo. Ma di questi tempo ogni occasione è buona come non mai per polemizzare o creare falsi problemi. E così il sindaco Roberto Ammatuna, come sempre pacifico e accondiscendente, per eliminare alla radice ogni sterile polemica ha deciso di far rimuovere la contestata X “fascista”. ““In occasione delle feste, nella piazza principale è stata installata una scritta – ha dichiarato il primo cittadino – e invece di scrivere Christmas abbiamo scritto Xmas, così come accade in tutto il mondo, ovvero Buon Natale. Qualcuno ha voluto strumentalizzare questa scritta travisandola volutamente per ‘decima mas’ che è tutt’altra cosa”. Ovvero la spietata armata nazifascista. Dunque via la X. “Pozzallo democratica e antifascista – conclude Ammatuna – non poteva subire la benché minima possibilità di essere associata al fascismo o di avere una scritta fascista. Ecco perché la x è stata rimossa, per garantire alla città di vivere un Natale più sereno”. Ma ce n’era davvero bisogno? Anche perché, senza la necessaria X, la sola scritta Mas che accidenti significa? Forse motoscafo armato? Mah! Evidentemente il “dettaglio” del significato è stato colto e la X è stata alla fine rimessa al suo posto. Tanto (ridicolo) rumore per nulla.