Comiso Taormina é pari. V. Ispica stop a Siracusa

Corriere di Ragusa Sport: Calcio

Comiso Taormina é pari. V. Ispica stop a Siracusa

Calcio, Eccellenza/B

Comiso-Taormina: 2-2

Marcatori: pt 10’ Cannavò su rigore, 11’ Bojang, 32’ Balba; st 9’ Cannavò

Comiso: Garcia, Campagna, Marino, Leggio, De Zan, Saporito, Bojang, Tomasello (32′ pt D. Balba), Diallo (38′ st Conteh), Valerio, Charty (21′ st Diara). Allenatore: Gaspare Violante. A disposizione: La Licata, Rotondo, M. Balba, Mascara, Rimmaudo, Cavallo.

Città di Taormina: Cirnigliaro, Viscuso, Godino (49′ st Giorgetti), Le Mura, Echeverria, Trovato, Assenzio, Ferraù (24′ st Famà), Cannavò, Lucarelli, Biondo. Allenatore: Marco Coppa. A disposizione: Castrianni, Gulli, Quintoni, Biondi, Di Natale, Freni, D’Amico.

Arbitro: Salvatore Carvelli di Crotone
Assistenti: Francesco Di Venti di Enna e Gabriele Maria Lombardo di Caltanissetta

Ammoniti: Campagna (C), Biondo (CdT), D. Balba (C), Echeverria (CdT), Charty (C), Saporito (C), Valerio (C)

Corner: 1-6 – Recupero: 4′ e 4′

Partita aperta e combattuta fino alla fine al “Borgese”.  Il pari è giusto ma il Comiso recrimina per l’ennesimo gol subito in rimonta che impedisce ai verdearancio di centrare l’appuntamento con la prima vittoria. I padroni di casa, inoltre, hanno avuto a pochi secondi dalla fine l’occasionissima per il gol vincente ma il tiro di Conteh a botta sicura è stato parato da Cirnigliaro. Buona, al di là del risultato, la prova del Comiso che certamente ha raccolto finora meno di quanto abbia meritato sul campo. La partita comincia subito in salita perché il Taormina dopo 10’ trovano un rigore per atterramento di Cannavò. Lo steso giocatore trasforma. Il Comiso reagisce e pareggia con Bojang dopo appena un minuto. Il tiro da dentro l’area non perdona. Violante fa entrare in campo Balba e viene premiato perché il giovane comisano addomestica una palla poco dentro l’area e tira di misura per il gol del vantaggio. Nella ripresa i biancazzurri ospiti spingono e mandano in gol ancora Cannavò pronto a piazzare una zampata su mischia. Si gioca a viso aperto e gli ospiti cercano i 3 punti ma l’occasione buona è di Conteh.

Siracusa-Virtus Ispica: 3-0

Marcartori: pt 23’ e 26’ Abebei; st 12’ Savasta

Siracusa: Genovese, Ababei, Maimone, Schisciano, Giordano, Porcaro, Montagno, Ricca,Greco, Ficarrotta, Savasta. All. Mascara

Virtus Ispica: Straropoli, Rivas, Priola, Pitino, Sahko, Caruso, Falla, Molina, Balnstein, Coria, prados. All. Trigilia

La Virtus Ispica non riesce ad arginare il Siracusa. Al “De Simone” i giallorossi devono chinare la testa davanti alle folate azzurre che soprattutto nel primo tempo imperversano nella metà campo ispicese. Il Siracusa segna due gol e ne sfiora almeno altri due. Nella ripresa i padroni di casa controllano la gara soprattutto dopo che Savasta mette in cassaforte il risultato. La squadra di Trigilia ha fatto quello che ha potuto ma in avanti si è vista poco e in difesa ha sofferto la velocità sulle fasce assicurata da Maimone e il sorprendente Ababei. Al 4’ è già ottima occasione per Ficarrotta. Al 15’ lo stesso aretuseo gira al volo sotto la traversa ma Straropoli con un gran balzo mette in angolo. Al 20’ Savasta sfiora il palo ma al 23’ arriva il gol grazie ad una bella azione di Maimone sulla sinistra. L’esterno salta un paio di uomini e mette al centro per l’accorrente Abedei che sospinge in rete. Tre minuti dopo azione in fotocopia ma il protagonista è Schisciano che mette in mezzo per Abedei pronto all’appuntamento. La Virtus annaspa e va al riposo sotto di due gol. Savasta colpisce nella ripresa e mette il sigillo sulla partita.