Corriere di Ragusa Politica

Meno parlamentari a Roma, ma la provincia di Ragusa raddoppia

A Roma diminuiscono i parlamentari tra Camera e Senato ma la “piccola” provincia di Ragusa raddoppia. Non c’è stato l’effetto penalizzazione che si temeva per l’entrata in vigore della nuova legge elettorale che ha ridisegnato collegi e ridefinito il numero dei parlamentari. E’ un segnale di conforto per il territorio che conferma Nino Minardo alla Camera per il quarto mandato consecutivo (stavolta sotto le insegne della Lega), eletto nell’uninominale (73.268 con il 41,38) trascinato dalla coalizione di centrodestra. La vera novità è quella di Salvo Sallemi (117.153 voti con una percentuale del 36,31) che diventa senatore della Repubblica. Un successo che riporta Vittoria in Parlamento dove la città era assente dal 2001 e che conta ancora di più alla luce del taglio dei senatori, oggi solo 200 con la nuova legge elettorale. Sallemi è stato candidato nel collegio UO5 Siracusa formato da 50 comuni ma è stato trascinato dalla sua città dove ha ottenuto il 30% dei consensi. Appena un anno fa Sallemi era impegnato nelle amministrative per diventare sindaco (conclusesi con la sconfitta a favore del rivale Francesco Aiello) ma è stato sconfitto diventando così “solo” consigliere comunale, posto che lascerà ora a Monia Cannata. Per quanto riguarda i 30 eletti nel proporzionale alla Camera nella circoscrizione Sicilia orientale non ci sono rappresentanti iblei.