Ragusa concentra i tifosi in tribuna A, catanesi in B e C per un pubblico da record

Corriere di Ragusa Sport: Calcio

Ragusa concentra i tifosi in tribuna A, catanesi in B e C per un pubblico da record

Calcio, serie D/I

Ragusani in tribuna A (foto), catanesi in tribuna B e C. La dirigenza azzurra ha dovuto optare per questa scelta per motivi di ordine pubblico visto che i lavori di separazione dei due settori non sono stai ancora completati al “Campo”. La decisione del “trasferimento” della tifoseria organizzata in tribuna A ha suscitato più di un malumore e risentimento visto che gli Ultras si sono sentiti privati del loro luogo eletto per sostenere la squadra e come una imposizione della società. L’eccezionalità dell’evento ha, tuttavia, imposto, la destinazione della tribuna A per tutti i sostenitori. Dovrebbero essere 2.500 i posti riservati ai tifosi locali mentre tra tribuna B e C i tifosi ospiti saranno circa 1.200. Grandi numeri che hanno imposto uno sforzo organizzativo notevole e richiesto già un paio di riunione del comitato tecnico in Questure per indirizzare percorsi ed accogliere i pullman provenienti da Catania. In casa Ragusa i malumori della tifoseria organizzata sono stati accolti con disappunto ed il direttore generale Alessio Puma ha dichiarato tutto il suo disagio. Abbiamo deciso così – scrive Puma- per problematiche di ordine pubblico, legate ad una non adeguata separazione tra i 2 settori non ancora realizzata per tempistiche legate ai lavori realizzati allo Stadio, e in secundis dalla lecita intenzione della società’, dopo 3 anni di grandi sforzi economici e una campagna acquisti importante realizzata quest’anno, di massimizzare gli incassi in una partita unica, che forse capita una volta ogni 100 anni, e non per mettersi in tasca qualcosa, ma solo ed esclusivamente per continuare a sostenere più che dignitosamente questa squadra e portarla sempre più in alto. Evidentemente la gratitudine e il rispetto non sono di casa per alcune, per fortuna poche, persone”