Modica pari senza lampi e passa il turno

Modica pari senza lampi e passa il turno

Calcio, Eccellenza/Coppa Italia

Modica-Santa Croce 0-0 (andata 2-2)

Modica: Incatasciato,Scrugli (35’ st Musso), Misseri, Vindigni, La Cognata, Lorenzo, Prezzabile (21’ st Pellegrino), Agoridin (30’st st Micoli), Falco, Sangarè. All. Betta

Santa Croce: Alcaraz, Pisciotta, Restivo (10’st Russo), Senè, Ravalli, Giuffrida, Reale, Di Nora (15’st Gjini), Sowe, Napolitano, Ruffino (20’st Di perna). All. Lucenti

Arbitro: Arculeo di Catania

Passa il Modica senza infamia e senza lode. Il S. Croce non sfigura al “Barone” nel ritorno di Coppa Italia (foto) e tiene bene il campo. Finisce con uno scialbo risultato ad occhiali che qualifica i padroni di casa per effetto del pari con gol ottenuto all’andata che assicura il passaggio agli ottavi dove il Modica affronterà in trasferta il Comiso mercoledì prossimo. E’ stata una partita povera di occasioni e di gioco anche se le due squadre si sono prodigate al massimo. Il Modica era atteso ad una prova convincente dopo la sconfitta inopinata subita a Gliaca di Piraneo contro il Nebros ma bisognerà attendere migliori occasioni. I rossoblù fanno circolare la palla ma sono imprecisi, ma soprattutto non riescono ad imprimere continuità al loro gioco costringendo sulla difensiva l’avversario. Falco si prodiga sulla fascia sinistra e così fa Lorenzo che cerca di ispirare l’azione ma alla fine risultano entrambi evanescenti. Fa meglio Agoridin con il suo pressing ed il suo gioco aereo nello smistare i palloni mentre Prezzabile, al suo esordio, deve trovare ancora la misura. Il centrocampo modicano non alimenta con continuità la manovra ed il S. Croce riesce così ad uscire dalla sua metà campo e cerca la strada verso l’attento Incatasciato. Sowe, ex rossoblù, tiene la fascia destra e Napolitano svaria ma alla squadra di Lucenti manca la punta centrale. Il più efficace è Real che svaria e si incunea tra le maglie rossoblù. La squadra di Lucenti si difende bene con l’esperto Ravalli che fa coppia con Giuffrida e chiude le fasce concedendo solo un paio di occasioni al Modica. La più clamorosa arriva al 20’ del primo tempo dopo un’azione tutta in velocità che parte da Lorenzo verso Falco. L’attaccante si accentra e tira sul palo più lontano ma trova solo il palo. Entra Agoridin e botta sicura e centra la traversa.  Al 33’ ci prova Reale da fuori ma Incatasciato para e terra. Non succede altro nel primo tempo e men che meno nella seconda frazione se non un colpo di testa di Vindigni su azione d’angolo che sfiora il palo. Obiettivo raggiunto per il Modica ma bisogna ancora rivedere qualcosa.