In 26 tra donne e bimbi disidratati sbarcati a Pozzallo. Un arresto

In 26 tra donne e bimbi disidratati sbarcati a Pozzallo. Un arresto

26 immigrati provenienti da Afghanistan e Siria sono sbarcati a Pozzallo dalla motovedetta Cp 325 della Guardia costiera, che li ha raccolti dalla nave da carico Arizona in navigazione sulla rotta tra Turchia e Malta. Il trasbordo è stato effettuato a 67 miglia sud/sud est da Portopalo di Capo Passero. Molti tra i migranti riportano ustioni per il sole a causa della lunga permanenza in mare. Si tratta di 4 donne, 2 minori accompagnati e 20 uomini, tutti risultati negativi ai tamponi anti covid e ora ospitati all’hotspot del porto di Pozzallo. Oltre al grave stato di disidratazione, si evidenziava anche un’eccessiva desquamazione cutanea da probabile esposizione al vento, al sole e al mare. Una migrante è stata trasportata in ospedale a scopo precauzionale. Intanto è stato stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto, per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, il presunto scafista, di nazionalità turca che avrebbe condotto la piccola imbarcazione con a bordo 34 persone (28 i superstiti di cui 26 sbarcati a Pozzallo) partita dalla Turchia e diretta in Italia. Durante la traversata tragica sarebbero morti 6 migranti: 2 bimbi di uno e 2 anni, un 12enne e 3 donne.