S. Croce cambia in corsa con Mancuso e Vassallo

Calcio, Eccellenza/B

Il Santa Croce nonostante il riposo forzato per via della rinuncia dell’Aci Sant’Antonio, mantiene la posizione in classifica e si prepara al difficile scontro diretto di domenica prossima contro la Virtus Ispica. La quattordicesima giornata del campionato di Eccellenza, infatti, è stata favorevole alla squadra del Cigno che a fronte dello stop in campionato ha visto le dirette rivali alla salvezza soccombere contro le rispettive avversarie. Una serie di sconfitte che hanno favorito la squadra di Lucenti, il quale così potrà preparare al meglio la difficile trasferta di domenica che rappresenta un importante crocevia per nel prosieguo del campionato. La sfida contro i giallorossi ispicesi è anche un derby provinciale e il tecnico biancazzurro è abbastanza preoccupato sulle ulteriori motivazioni della Virtus Ispica che attualmente è in piena crisi di risultati. Lucenti dopo la gara contro il Ragusa ha parlato molto con i suoi uomini e li ha invitati a credere maggiormente nei propri mezzi. Il Santa Croce visto contro la capolista, infatti, non ha demeritato sul piano tecnico e la gara ha evidenziato come la classifica di questo momento non sia lo specchio reale del valore della squadra.

In queste ultime ore la compagine biancoazzurra sta cambiando anche fisionomia e con l’apertura delle liste sono arrivati elementi di gran valore (i difensori centrali Mancuso e Vassallo), mentre hanno cambiato casacca Fabio D’Agosta, ceduto al Vittoria, oltre a Voi, Nei e Arena. Nelle prossime ore il Santa Croce potrebbe ufficializzare nuovi giocatori ma la società mantiene un certo riserbo per via della forte concorrenza. “Ci apprestiamo a chiudere questa prima parte del campionato e lo vogliamo fare al meglio. – sostiene il responsabile economico Roberto Arestia –  Domenica prossima ci aspetta una vera finale e dobbiamo arrivare alla gara con la giusta mentalità. La società ha molta fiducia nella squadra e nello staff tecnico ed è convinta che contro gli ispicesi potrà dire la sua contro una compagine che come noi ha avuto e sta avendo delle difficoltà. Noi non dobbiamo fare l’errore di sottovalutare questa gara – avverte il dirigente biancoazzurro-, perché essendo un derby darà molte motivazioni ai nostri avversari, nonostante le loro difficoltà. Dal canto nostro stiamo cercando di recuperare il tempo perduto, puntellando la squadra con dei nuovi arrivi e i nostri direttori sono sempre vigili sul mercato. Naturalmente ad ogni arrivo può corrispondere una partenza e a nome della società ringrazio tutti i giocatori che sono stati ceduti e che hanno indossato con onore la nostra maglia. La società da un punto di vista economico vive un momento positivo e seguendo la filosofia di non fare il passo più lungo della gamba, vogliamo mantenere la serietà che sempre ci ha contraddistinti e rispettare gli accordi con i nostri tesserati”.