V. Ispica si arrende alla capolista Igea

Calcio, Eccellenza/B

Igea Virtus-Virtus Ispica: 4-0

Marcatori: 4’pt De Marco, 17’ st Dall’Oglio su rigore, 32 st Lucarelli, 38’st Assenzio su rigore

 Igea Virtus: Paterniti, Dall’Oglio, Trimboli, Doda, Cassaro, Marconi (46’ Longo), La Spada (72’ De Gaetano), Giov. De Marco (55’Assenzio), Pavisich (75’ Bucolo), Lucarelli (75’ Carrello), Isgrò. All. Alizzi

Virtus Ispica: Eyre, Migliore, Rossano, Coria, Centanu, Giglio, Gazzè (89’ Vaccaro), Mazzola, Alfano (55’ De Angelis),
Hurtado, Mancuso (89’ Said). All. Adamo-Trigilia

A r b i t ro : Salerno di Catania

La Virtus Ispica va subito sotto al “D’Alcontres” contro la capolista ma non si perde d’animo, resiste e ribatte pur con una squadra ancora rimaneggiata. Gol-lampo dei locali, al 4’  De Marco, che su un lancio da metà campo, si invola verso il portiere e segna da dentro area.  Sotto di una rete, gli ospiti provano con la punizione di Rossano, su cui Mazzola cerca la conclusione finale. Sempre Rossano ci riprova al 22’, con sfera nelle mani del portiere. Prima del riposo, un tentativo per parte. Prima quello dei padroni di casa con LaSpada, il cui tiro finisce fuori di poco e al 32’ con Hurtado, ma facile la presa di Paterniti, inoperoso anche nella ripresa, nel corso della quale la capolista dilaga. Al 19’Rossano commette fallo su Pavisich, l’arbitro concede il rigore, trasformato da Dall’Oglio.  S Poi l’autorete sulla punizione di Lucarelli e la sfortunata deviazione di De Angelis, entrato nella ripresa, su Alfano, all’esordio. Igea sul 3-0, che prova ad amministrare il vantaggio, ma nel frattempo la difesa ospite in affanno, con Centani usa le manieri forti e l’arbitro assegna il
secondo rigore ai locali, trasformato dallo specialista Assenzio, per il 4-0 finale.