S. Croce coraggioso resiste al Taormina

S. Croce coraggioso resiste al Taormina

Calcio, Eccellenza/B

S. Croce-Taormina:  0 – 0

S. Croce: Cavone, Bellomo (3’st Ceesay), Cosentino, Iozzia, Zanon, Guerra, D’Agosta (47’st Floridia), Camara, Garcia, Leone, Damasco (7’ st Incatasciato L.). All.re Lucenti

Taormina: Cirnigliaro, Urso, Fragapane (1’st Mannino), Sardo, Trovato, Petrullo, Emanuele (35’st Ginagò), Quintoni (1’st Pantano), Abate, Strano (10’st Castorina), Famà (28’st Biondo). All.re Lu Vito.

Arbitro Augello di Agrigento

Note. Espulso al 23’ st Leone per una gomitata. Ammoniti: Iozzia, Guerra, Zanon e Garcia (SC); Abate, Petrullo e Trovato (CT). Angoli 6-2 per gli ospiti. Rec 3’ e 5’

Un ottimo punto per il Santa Croce in quanto guadagnato con una squadra attualmente nelle prime posizioni di classifica e per la buona prestazione mostrata, forse la migliore di tutta la stagione. I biancoazzurri hanno finalmente giocato una gara gagliarda, dove hanno messo in campo determinazione, convinzione dei propri mezzi e tanta concretezza, adattandosi alla circostanza che, nella gara contro i messinesi, era quella di tirare fuori capacità di saper contrastare, giocare al meglio e proporsi senza timori reverenziali. Grazie a questo collage di caratteri, mostrati abbondantemente, il Santa Croce è riuscito a giocare una gara alla pari degli avversari e a viso aperto. I ragazzi di Lucenti sono mancati invero nella costruzione delle occasioni da rete e nel saper essere pericolosi in attacco ma la squadra incompleta (mancavano Fernandes e Arena in attacco) ha fatto di necessità virtù. Certo il Città di Taormina ha avuto tante occasioni per passare in vantaggio, ha colpito due traverse e si è vista sventare da Cavone due chiare occasioni da rete con altrettante parate.

La squadra di Lu Vito ha anche sfiorato due volte la rete con Emanuele al 36’ del primo tempo quando con il portiere che gli veniva incontro lo ha anticipato ma la sfera è andata di poco a lato e al 43’ della ripresa con Abate che involatosi sulla fascia sinistra dell’area tirava a botta sicura ma mandava fuori. Per il Santa Croce una sola occasione chiara da rete all’8 della ripresa quando D’Agosta crossava in area dove Camara scoccava un gran tiro che il portiere ospite deviava in angolo. Al 23’ della ripresa Leone sferrava una gomitata a Petrullo che lo aveva prima strattonato per non lasciarlo andare via. Il direttore di gara ha visto la gomitata e non il fallo del n. 6 ospite per cui Leone ha lasciato la sua squadra in dieci. Da quel momento però il Santa Croce ha raddoppiato gli sforzi e ha saputo contrastare il forcing dei biancoblù ospiti, ringalluzziti dal vantaggio numerico che però non si è tramutato in vantaggio di reti.