Per S. Croce un punto che vale a Siracusa

Per S. Croce un punto che vale a Siracusa

Calcio, Eccellenza/B

Real Siracusa – Santa Croce:   2- 2

Marcatori: 46’pt Leone (rig), 16 st Spoto, 27’st Germano’, 31’ st Garcia (rig)

Real Siracusa: Agliano’, Manservigi, Quarto, Ulma, Saraceno, Spoto, Kerba, Ruiz, Di Natale ( 46’ pt Di Filippo), Germano, Miraglia. All.re Gallo

Santa Croce: Cavone, Bellomo, Voi, Iozzia, Zanon, Guerra, D’Agosta, Camara, Fernandes (21st Ceesay), Leone, Garcia. All.re Lucenti.

Arbitro Bonasera di Enna

Note. Espulso al 46’pt Agliano’ per una manata ad un giocatore. Ammoniti. Kebba, Manservigi, Ulma (RSB) ; Zanon (SC). Angoli 6-5 per gli ospiti. Rec 4’ e 5’.

Punto prezioso per il Santa Croce perché guadagnato fuori casa ma se si considera che la formazione biancoazzurra ha giocato per tutto il secondo tempo in superiorità numerica c’è il rammarico che i punti potevano essere l’intera posta in palio. La compagine di Lucenti segna però un piccolo passo avanti rispetto alla gara persa quindici giorni fa a Palazzolo anche se ha mostrato poca convinzione nell’approccio alla gara, poca lucidità nei fraseggi e alcune incertezze sia nel reparto arretrato che in fase di costruzione del gioco. Primo tempo di marca locale con il Real che ha tenuto il campo meglio degli avversari creando le sole azioni manovrate della frazione, anche se con poco costrutto e con il Santa Croce che sapeva difendere e rintuzzare le azioni ospiti. Il calcio sorprende e invece di continuare a subire il Santa Croce trovava il vantaggio a tempo quasi scaduto su rigore dopo che il portiere Agliano’ in piena area, dopo aver preso un pallone da calcio d’angolo, sferrava una manata ad un calciatore ospite. Espulsione del portiere biancorosso e rigore per il Santa Croce con Leone che trasformava (foto).

Nella ripresa i locali si buttavano in avanti sfruttando gli esterni Germano’ e Miraglia ma era da una discesa sulla destra di Manservigi che arrivava il pareggio grazie ad una deviazione di Spoto da un passaggio filtrante del terzino locale. Al 23’ il Real sciupava il 2-1 con Germano’ che, lanciato da Miraglia, solo davanti al portiere tirava di poco a lato. Ma era questione di poco. Un minuto dopo da un errore difensivo in piena area del Santa Croce la sfera giungeva a Germano’ che superava con un pallonetto Cavone per il provvisorio 2-1. Passavano due minuti e al 31’ il nuovo portiere entrato Di Filippo atterrava in area D’Agosta e l’arbitro decretava il secondo rigore a favore del Santa Croce che Garcia trasformava per il definitivo 2-2. Nei quindici minuti finali il Santa Croce, finalmente cosciente della superiorità numerica, arrembava nell’area biancorossa alla ricerca del vantaggio ma gli avanti biancoazzurri mostravano poca concretezza e precisione fallendo delle buone opportunità per passare in vantaggio. La vittoria sarebbe stata un’ottima panacea per la formazione allenata da Lucenti che dovrà ancora una volta rimandare l’appuntamento con i tre punti.