S. Croce compatto torna in campo a Siracusa

Calcio, Eccellenza/B

Sono ripresi gli allenamenti del Santa Croce, dopo lo stop forzato indetto dalla Lega che ha annullato la settima giornata del girone B di Eccellenza per il maltempo che ha interessato la parte orientale della Sicilia. Il prossimo impegno dei biancoazzurri sarà a Siracusa contro il Real Belvedere che ha iniziato bene il campionato e si trova in classifica in buona posizione, a tre punti dalla zona play off. Il Santa Croce dopo aver lavorato fino a sabato pomeriggio, si è ritrovata martedì sera per iniziare la preparazione con Lucenti e il suo staff che stanno lavorando alacremente sulla squadra per tentare di uscire dalla crisi di risultati che sta interessando i biancazzurri dall’inizio del campionato. Quattro punti in sei gare sono un bottino troppo striminzito per il valore effettivo della squadra che, a dire del tecnico biancazzurro, risente di un blocco mentale che ne riduce le reali potenzialità e che genera delle paure a tutto il collettivo. Proprio in quest’ottica la sosta di domenica scorsa è servita a Lucenti per far acquisire maggiore fiducia e consapevolezza dei propri mezzi ai suoi giocatori che, spronati dalle sue parole, hanno affrontato le sedute di allenamento con maggior determinazione. Bisogna adesso però dimostrare sul campo di voler cambiare rotta e la trasferta di Siracusa servirà a capire se la squadra reagirà come si aspetta il tecnico biancoazzurro. C’è da cambiare soprattutto la tendenza che ha il Santa Croce nelle gare fuori le mura amiche, dove su quattro gare ha conquistato un solo punto.

“La sosta ci è servita per ricompattarci – osserva il tecnico Lucenti – Dobbiamo dimostrare chi siamo e uscire da questo periodo negativo, facendo capire ai nostri avversari di non essere quelli che i quattro punti in classifica fanno pensare di noi. La squadra sta lavorando bene e il nostro ambiente tranquillo ci permette di allenarci senza pressioni di qualunque genere. Detto questo e rispettando i sacrifici che la società ha sostenuto – sostiene il tecnico biancoazzurro -, dobbiamo cercare con tutte le forze di dare una sterzata al nostro campionato. Nelle ultime due gare ho visto dei miglioramenti come nell’ultima gara di Palazzolo dove a mio parere abbiamo rimediato una sconfitta immeritata. Domenica prossima contro il Real Siracusa – conclude l’allenatore del Santa Croce – abbiamo da dimostrare tanto alla nostra gente e abbiamo tanto da dimostrare a noi stessi che non ci rispecchiamo nella posizione attuale in classifica”