V. Eirene trova la “lunga”. E’ Ostarello

V. Eirene trova la “lunga”. E’ Ostarello

Basket, A1

La Virtus Eirene trova la lunga italiana e completa il roster. E’ Samantha Ostarello (foto), 30 anni, ex Campobasso e S. Martino di Lupari, che ha accettato la proposta della società biancoverde. Per coach Recupido la giocatrice di Pozzuoli ma di padre americano è un rinforzo importante per sopperire alla mancanza di Martina spinelli, infortunatasi ad inizio stagione. Ostarello, dopo avere disputato un’ottima stagione a Campobasso lo scorso anno, ha iniziato quest’anno con il Leganes nel campionato spagnolo, ma un accordo tra la società siciliana e quella iberica ha permesso di liberare la giocatrice che arriverà a Ragusa nelle prossime ore. Se tutte le pratiche per il tesseramento dovessero essere espletate in tempo, Ostarello potrebbe partire con il resto della squadra alla volta di Schio, dove è in programma la final four di Supercoppa.

La società ragusana non si è fatta sfuggire l’occasione di avere una giocatrice esperta e di qualità  e che porta un ulteriore valore aggiunto in termini di esperienza, fisicità e presenza sotto canestro. Lo scorso anno, con la Magnolia Campobasso, Ostarello aveva viaggiato a 12 punti di media a partita e 8,5 rimbalzi con il 48% da due, il 63% dalla lunetta e non disdegnando, di tanto in tanto, di andare al tiro dall’arco. Per lei la media di 16,5 di valutazione a partita. Percentuali simili, nella stagione precedente (quella interrotta anzitempo causa covid), a San Martino di Lupari.  Di lei coach Recupido dice: “E’ una giocatrice di grandissima energia, grande fisicità ed intensità quindi sicuramente adatta al nostro modo di giocare. Si è aperto questo spiraglio per una lunga di passaporto italiano e la società l’ha colto al volo. Riempiamo un vuoto e lo riempiamo con una delle migliori lunghe di passaporto italiano che ci sono in circolazione. Siamo contenti di avere risolto questo problema, di averlo fatto in maniera egregia e le diamo il benvenuto. Ringrazio la società per l’ulteriore sforzo fatto”.