Per S. Croce la corazzata Igea al “Kennedy”

Calcio, Eccellenza/B

Sarà tutta in salita l’esordio in casa del Santa Croce nella sua prima partita ufficiale del nuovo campionato di Eccellenza. La formazione di Lucenti lamenta un serie consistente di infortunati che rendono più difficile la gara contro l’Igea 1946, una delle squadre candidate al salto di categoria. La squadra messinese, infatti, è stata costruita per lottare fino alla fine per ottenere la serie D e il presidente giallorosso Stefano Barresi non ha lesinato risorse economiche per raggiungere un obiettivo alla portata del blasone della città di Barcellona Pozzo di Gotto. Dalla parte opposta ci sarà il Santa Croce che vuole affrontare un campionato tranquillo, con il solo obiettivo del mantenimento della categoria ma arriva a questo evento in piena emergenza e con molti dubbi di formazione, viste le assenze sicure di Floridia, Cosentino e Voi per infortunio e l’assenza per squalifica di Daniele Arena. Lucenti, inoltre, dovrà vagliare all’ultimo istante le condizioni fisiche del centrale difensivo Rodriguez, del portiere Alvani e di Riela che nella gara di ritorno di Coppa contro il Siracusa sono usciti dal campo piuttosto malconci. In settimana la società, che sta dimostrando reagendo a questa emergenza di essere abbastanza capace ed esperta, al contrario di quanto ritiene qualche detrattore male informato, per rimpinguare la rosa dei giocatori ha tesserato i difensori Pietro Bellomo, classe 2003, lo scorso anno al Marina di Ragusa e Angelo Gravina, difensore locale, da anni in forza al Santa Croce, che dopo aver risolto delle problematiche lavorative si è rimesso nuovamente a disposizione della formazione biancoazzurra.

“La squadra sta lavorando sodo ma purtroppo è in un periodo piuttosto difficile – ammette il ds Claudio Agnello – L’organico manca ancora di alcune pedine per darsi un assetto completo anche perché i numerosi infortuni hanno decimato la rosa a disposizione di Lucenti. Nonostante le tante difficoltà scenderemo in campo con il coltello fra i denti convinti di poter ben fronteggiare una delle big del torneo ottenendo un risultato positivo. La società, nel frattempo, – anticipa il ds biancoazzurro – ha già raggiunto l’accordo con quattro nuovi rinforzi e li annuncerà nei prossimi giorni”. La gara si giocherà al “Kennedy” che, per le norme anti Covid, avrà una capienza limitata a 150 spettatori tutti muniti di green pass o certificato di tampone negativo delle ultime 48 ore. Il fischio d’inizio sarà alle ore 15,30.