Damiano Caruso a corte dello sceicco Nasser

Damiano Caruso a corte dello sceicco Nasser

Ciclismo

Da Ragusa alla corte di Manama. Damiano Caruso è volato in Barhain con il direttore sportivo e il presidente della squadra su specifico invito dello Shaikh Nasser bin Hamad Al Khalifa. Il patron della Barhain Victorious ha voluto incontrare il capitano della squadra, secondo al Giro d’Italia e vincitore di tappa all’Alpe Motta, che tanto onore e visibilità ha portato alla maglietta rossa barenita. Un riconoscimento per il ciclista ibleo arrivato grazie all’impegno ed all’abnegazione che Caruso ha messo nell’arco delle tre settimane della corsa rosa.

Lo sceicco ha voluto conoscere i dettagli delle tappe più importanti a cominciare dalla cronometro finale di Milano. Damiano Caruso, promosso sul campo capitano, dopo la caduta del leader Mikel Landa ha dimostrato con i fatti di potere assolvere al ruolo di capitano e si è guadagnato anche la moglie per l’olimpiade di Tokyo. Dallo sceicco Nasser sono arrivati i migliori auguri per la prova olimpica e la conferma di un sostanzioso contratto con la Barhain per la prossima stagione.