Marina Ragusa vince e riaccende speranze salvezza. Decide una inzuccata di Cervillera

Marina Ragusa vince e riaccende speranze salvezza. Decide una inzuccata di Cervillera

Calcio, serie D/I

Marina di Ragusa-S. Maria Cilento: 1-0

Marcatore: pt 45’ Cervillera

 Marina di Ragusa (4-4-2): Pellegrino 6, Di Bari 6, Cervillera 7, Puglisi 6, Giuliano 6; Basualdo 6, La Vardera 6 (16’st Manfrè 6), Mauro 6, Brunetti 6; Baldeh 6 (Pietrangeli 6), Mistretta 6.  All Utro 6

S.Maria Cilento (4-5-1): Polverino 6; Konios 5, Coulibaly 6, De Gregorio 6, Pastore 6 (25’st Romanelli 5); Simonetti 6(38’st G. Romano 5), Maio 6, Foufoue 5(12’st Bozzaotre 5), Citro 6 (14’st Della Torre 5), Tandara 5 (28’st Capozzoli 5); Maggio 6. All.Esposito 6

 Arbitro: Sassano di Padova 6

Note: in tribuna un centinaio di spettatori. Ammoniti Coulibaly, Citro, Maggio, Manfrè. Angoli 5-2. Recupero: 3’pt, 8’st

 Il Marina di Ragusa conquista la sesta vittoria del suo campionato e riaccende le speranze di salvezza. Il successo in casa rossoblù mancava dal 31 gennaio quando al “Campo” il S. Luca fu battuto dagli uomini di Salvo Utro. E’ stato una vittoria cercata e voluta con grande determinazione dal Marina, consapevole di giocarsi le residue possibilità di restare in serie D. Gli uomini di Utro hanno meritato ii 3 punti se non altro per la concentrazione ed il puntiglio con cui si sono battuti concedendo ben poco agli avversari. E’ bastata una inzuccata dell’under ragusano Cervillera su azione d’angolo (foto) per avere ragione del S. Maria Cilento ma i padroni di casa hanno poi legittimato il vantaggio con una clamorosa traversa colpita da Brunetti ad inizio secondo tempo. I giallorossi ospiti hanno iniziato bene ma man mano hanno ceduto campo per poi cercare di riacciuffare i pari nel finale di gara. Pellegrino è stato molto attento in un paio di occasioni ma tutta la difesa non si è concessa distrazioni sorta come in altre occasioni. Il S. Maria ha mancato di incisività dove il solo maggio si è battuto trovando in Puglisi e Giuliano due difensori arcigni. Il Marina ha puntato sulla verve di Baldeh, al rientro, e Mistretta, ma deve tutto all’iniziativa di un difensore se è riuscito a tornare al successo. Il distacco da S. Agata, 3 punti, e Rende, 4, si è accorciato e tutto si giocherà nelle restanti due gare interne con Troina e Rende.

All’8’ è Maio a chiamare in causa Pellegrino su una punizione ben calciata. Il portiere vola e manda in angolo. Al 20’ Baldeh vola sulla fascia e mette in mezzo per Mistretta, che si gira e tira. Polverino ci mette i piedi. Al 44’ Baldeh si libera e tira secco. Polverino manda in angolo. Sull’esecuzione dalla bandierina di  Brunetti Cervillera sul secondo palo colpisce bene di testa e manda in rete. Nel secondo tempo al 9’ Brunetti, lanciato da Mistretta, si incunea e lascia partire un tiro secco. La traversa dice no. Il Marina arretra, gli ospiti si portano avanti ma succede ben poco. I 3 punti sono del Marina.