V. Eirene: fine stagione, il progetto continua

V. Eirene: fine stagione, il progetto continua

Basket, A1

“L’ossatura della squadra è buona, il progetto continua”. Coach Recupido è realistico dopo la conclusione della stagione sul parquet del Palaromare dove ancora una volta Schio ha prevalso su Ragusa ed è arrivato in finale scudetto. Le biancoverdi sono la terza forza del campionato e la scelta della società ad inizio stagione basata sul rinnovo della rosa, sul suo ringiovanimento, sul contenimento del monte ingaggi (basti pensare all’addio forzato ad Hamby) ha pagato perché Ragusa è rimasta al top ma ha ampi margini di miglioramento. Basti pensare alla maturazione di Awak Kuier, al pieno recupero di Tagliamento ed al ritorno a pieno ritmo di Kacerik. Coach Recupido non si sbilancia ed è ancora troppo presto per pensare al nuovo roster ma è chiaro che la Virtus Eirene deve puntare al rinnovo di Harrison e Marshall e poi a migliorare la qualità della panchina perché, come ha dimostrato Schio proprio in semifinale ,i cambi di livello sono essenziali per garantire un ritmo alto per tutti i 40 minuti.

Il tecnico biancoverde rende comuque omaggio alle sue giocatrici: “ Ritengo che quando abbiamo cominciato se ci avessero detto che in semifinale avremmo avuto anche la possibilità di giocarcela ad armi pari con loro, mi sarei messo a ridere. A fine partita ho detto alle ragazze che siamo cresciuti tantissimo ma potevamo crescere di più, potevamo arrivare a queste partite ancora meglio di come ci siamo arrivati, sia dal punto di vista fisico sia anche dal punto di vista tecnico e avremmo potuto essere più preparati a questa semifinale, ciononostante ce la siamo giocata, quindi c’è il rammarico da una parte ma non era detto che arrivavamo qui dall’altra”. La Virtus Eirene va ora in vacanza e tocca ai dirigenti mettersi attorno ad un tavolo per pianificare la stagione 2021-22.