Presidente Postorino indagato da Procura

Presidente Postorino indagato da Procura

Calcio, serie D/I

La Procura federale ha chiuso la sua indagine sulle partite del Girone I di serie D entrate nel mirino degli investigatori per presunte combine e scommesse. Agli atti sono indicati tutti i soggetti per i quali appaiono emergere fattispecie disciplinarmente rilevanti. Le società e i dirigenti, in caso di condanna, rischiano penalizzazioni pesanti nella classifica di quest’anno e lunghe squalifiche per i dirigenti.

Ha suscitato scalpore il riferimento anche al Marina di Ragusa ed al suo presidente Francesco Postorino che il primo marzo è stato convocato per una audizione da parte dei magistrati inquirenti. La gara incriminata del Marina di Ragusa è quella disputata contro il Troina al “Proto” il 16 febbraio dello scorso anno, che si concluse poi con la vittoria dei rossoazzurri locali per 1-0 con gol di Bamba. Secondo gli inquirenti il presidente Postorino fu contattato telefonicamente da Silvestro Dell’arte, all’epoca dirigente del Troina, che si offr ìdi ricorrere alle sue conoscenze nell’ambito della società per alterare il risultato della gara. Il presidente Postorino, riconosce la Procura, oppose un netto rifiuto, quindi non ci fu alcuna combine ma il presidente, e quindi la società, per responsabilità oggettiva,  risultano indagati per avere omesso di denunciare il comportamento illecito del dirigente del Troina così come recita l’articolo 6 del Codice di Giustizia sportiva. I dirigenti e le società coinvolte potranno nominare un avvocato difensore e inoltrare una memoria difensiva ala Procura che intende procedere d’ufficio per fare piena luce su tutta la vicenda.