V. Eirene sicura batte Sesto in scioltezza

V. Eirene sicura batte Sesto in scioltezza

Virtus Eirene Ragusa- Sesto S. Giovanni: 65-52 (19-19, 34-25, 54-43)

Virtus Eirene Ragusa: Romeo 14, Marshall 9, Harrison 14, Nicolodi 6, Santucci 6; Consolini 8, Trucco, Kuier 4, Bucchieri, Baglieri ne., Chessari ne, Kacerik ne. All Recupido

Sesto S. Giovanni: Arturi 6, Verona 16, Oroszova 16, Graves 18, Panzera 5; Dotto, Gilli, Ercoli, Ronchi ne. Crudo ne., Meriso ne. All. Zanotti.

Arbitri: Ferretti, Mottola, Capurro

Ragusa vince in scioltezza. Sesto si arrende alle biancoverdi in una partita che è durata appena un tempo. Il quintetto di Recupido ha preso il largo già nel secondo quarto quando ha allungato di 9 ed ha poi consolidato il risultato fino a chiudere con un confortevole+13 a proprio favore. E’ stato il miglior approccio alla Final Eight di Coppa Italia che vedrà le ragusane impegnate nel concentramento di Bologna da giovedì a lunedì. Ragusa giocherà contro Empoli venerdì l’ottavo di finale e, se il pronostico sarà rispettato, se la vedrà poi con la corazzata Venezia in semifinale.  Coach Recupido in questo finale di stagione deve fare a meno di Marzia Tagliamento, che dovrà operarsi al crociato ed ha chiuso. Contro Sesto coach Recupido ha provato varie soluzioni interne per sopperire alla mancanza di Tagliamento ed ha chiamato in causa Nicolodi e Trucco per avere centimetri in difesa ed in attacco.

Bene Marshall che con la sua fisicità ha dato un contributo sostanziale non disdegnando transizioni veloci che hanno portato le compagne a canestro. L’americana insieme ad Harrison e Romeo è stata la più a lungo in campo ed ha dimostrato di attraversare un ottimo periodo di forma. Le ospiti hanno accusato nel finale la velocità di gioco delle ragusane ed hanno patito anche per l’uscita di Arturi per infortunio nel terzo quarto. Sesto ha cominciato benissimo con un parziale di 2-10 al 7’ con Ragusa ancora sulle gambe. A metà tempo le biancoverdi recuperano, 9-15, poi Santucci, Harrison e Consolini fissano il punteggio sul 19 pari. Nel secondo quarto Ragusa è sprint e ppiaza un parziale di +12 lasciando indietro le avversarie che realizzano appena 6 punti contro i 15 delle ragusane. Il secondo tempo si muove su questa scia con Ragusa che comanda e chiude alla grande.