Csen preme perchè le palestre riaprano

Vari

Il Csen (Centro sportivo educativo nazionale) preme perché le palestre riaprano al più presto. La chiusura delle palestre dura ormai da un anno e ha messo a dura prova i titolari delle strutture a causa del blocco totale dell’attività. Ragusa, come sottolinea il presidente del comitato Csen, Sergio Cassisi, non sfugge ad una condizione di estrema precarietà: Molte famiglie, che avevano il loro principale sostentamento con l’attività sportiva, si trovano in gravissime difficoltà. Il nostro ente sta facendo il possibile nel fornire tutte le indicazioni necessarie perché possa essere assicurato un minimo di indennizzo. La pesantezza della situazione economica è tale che risulta indispensabile trovare delle soluzioni.

E’ anche comprensibile che tutta l’attenzione sia rivolta alle attività produttive, al mondo imprenditoriale, ma anche lo sport ha una propria dignità che deve essere salvaguardata e tutelata. Le palestre, prima ancora della pratica sportiva, hanno curato questo aspetto più di ogni altra cosa, con la disinfezione, la pulizia, con una attenzione quasi maniacale del distanziamento. Nonostante tutto le saracinesche delle nostre attività restano serrate. La direzione nazionale del Csen, di cui sono componente, grazie al presidente nazionale Francesco Proietti, stia esercitando le opportune “pressioni” nei confronti del governo centrale affinché si possa ripartire al più presto”.