Dilettanti fermi. Figc Ragusa vuole protocollo

Calcio, Dilettanti

Il comitato provinciale della Figc segue da vicino l’evolversi della situazione dei vari campionati. La ripresa è ancora un dubbio anche se da Palermo arrivano segnali di buona volontà. Dice il delegato provinciale Gino Giacchi: “Occorrono protocolli differenti per i campionati regionali. In serie D, ogni venerdì le società hanno l’obbligo di eseguire tamponi a tutti i componenti dello staff (atleti, tecnici, accompagnatori) producendo di fatto un onere economico che risulterebbe gravoso dall’Eccellenza in giù. Le società finora sono state dotate di protocolli utili alla sanificazione degli ambienti, ma mancano linee guida per il tracciamento del contagio. Per tale motivo i campionati rimangono bloccati. Come Figc di Ragusa lavoriamo a stretto braccio con il presidente regionale Sandro Morgana per colmare tale vuoto e riportare in campo le nostre squadre”.