Virtus Eirene vede sfumare la vittoria per un punto. Finale shock con recupero di Sesto

Virtus Eirene vede sfumare la vittoria per un punto. Finale shock con recupero di Sesto

Basket, A1

Sesto S. Giovanni- Virtus Eirene: 76-75  (18-24, 41-46,56-61)

 Sesto S. Giovanni: Gwathmey 12, Verona 13, Oroszova 21, Graves 10, Panzera 15; Arturi 3, Ercoli 2, Dotto, Nespoli ne. Ronchi ne., Merisio ne., Gilli ne. All. Zanotti

 Virtus Eirene: Romeo 19, Marshall 11, Harrison 14, Nicolodi 5, Santucci 6; Consolini 2, Tagliamento 6, Kuier 10, Trucco 2, Bucchieri ne. All. Recupido

 Arbitri: Calella, Puccini, Grazia

 Finale elettrizzante al Palacarzaniga. La Virtus Eirene perde di un punto e arresta il suo filotto di 9 vittorie. La partita si è decisa negli ultimi 3’ quando le ragusane erano in vantaggio, 63-68. Le rossoblù locali hanno tirato fuori gli artigli e grazie ad una migliore tenuta atletica hanno ribaltato l’inerzia della gara. Verona ed Oroszova hanno trovato i punti dell’aggancio e del sorpasso, 72—68 a 2’ dalla sirena. L’orgoglio delle biancoverdi, tuttavia, con Kuier ed Harrison, ha riportato avanti il quintetto di Recupido, 74-75, a 30 secondi dalla fine. Sembra fatta ma un fallo di Marshall manda Verona in lunetta ed i due liberi risultano decisivi, 76-75. Peccato davvero per le ragusane, che a referto portano 4 giocatrici in doppia cifra ma non è bastato. La gestione degli ultimi minuti è stata condizionata da scarsa lucidità in alcuni frangenti, probabilmente dovuta ai tanti impegni delle ultime settimane.

Parte bene Ragusa nel primo quarto. Nicolodi e Romeo con un paio di triple portano le biancoverdi sul 6-12 al 5’. Le milanesi annaspano perché la difesa ragusana lascia pochi spazi e non riesce a contenere Harrison e Marshall. La tripla di Romeo allo scadere fissa il punteggio sul 18-24. Secondo quarto sulla stessa falsariga. Il vantaggio è sempre ragusano 21-29 al 7’. Le padroni di casa recuperano con Panzera e Graves dà il primo vantaggio a Sesto al 4’, 36-35. Ragusa reagisce bene con le triple di Kuier e Tagliamento e si va al riposo lungo 41-46. Al ritorno in campo Ragusa va sul +10 con la tripla di Romeo, 41-51. Il quintetto di Cinzia Zanotti si scuote, Oroszova realizza e il divario scende a-3 a 2’ dalla fine, 56-59. Il doppio libero di Romeo ristabilisce le distanze, 56-61. Partita vibrante ed accesa nell’ultimo quarto che risulterà essere decisivo.