Eccellenza ferma. I migliori “emigrano” in D

Eccellenza ferma. I migliori “emigrano” in D

Calcio, Dilettanti

Il fenomeno è nuovo ed anche inaspettato. C’è un movimento crescente di giocatori che dall’Eccellenza risalgono verso la D, una vera e propria transumanza. I migliori, i più quotati ed i più esperti vengono corteggiati e accolti dalle società di serie D per la possibilità offerta loro di giocare. Così molti calciatori che sono fermi da Ottobre ritornano in campo con nuovi accordi con le società di D che prosciugano il campo delle squadre di Eccellenza, almeno per gli uomini più in vista. Succede a Licata, a Troina, al Marina di Ragusa, che proprio negli ultimi giorni ha preso Mannoni dall’Eccellenza  sarda ed Adujak dal Giarre.

Filippo Raciti, tecnico del Ragusa, fermo con la sua squadra ormai da tre mesi, lancia l’allarme: “I giocatori hanno una confusione pazzesca e potrebbero guardare alla D che fa mercato in Eccellenza. La squadra vive oggi nel limbo. Si alternano prospettive positive, come quelle disegnate da Morgana, con quelle del Governo, che ad oggi non ti fa allenare. I ragazzi hanno una confusione pazzesca, e potrebbero guardare alla D che sta facendo mercato in Eccellenza.  Nel nostro campionato serve un protocollo chiaro per regole certe. Noi siamo stati colpiti dal Covid in una fase iniziale dove non c’era alcuna garanzia protocollare, che ora, invece, invochiamo”.