Volley Modica in campo contro Ottaviano

Volley, A3

Settimana piena per il Volley Modica. I biancazzurri di coach Peppe Bua disputano due gare casalinghe dopo la sosta di fine anno. Al PalaRizza si gioca mercoledì la sfida contro Ottaviano e domenica sarà la volta di Grottazzolina. Il Volley Modica ha dunque la possibilità di migliorare ancora la posizione in classifica visto che sono 4 i punti che separano da Abba Pineto, che ha disputato una partita in più. Contro i campani  si tratta del recupero della gara rinviata ed il Volley Modica si presenta al meglio della condizione visto che coach Bua ha tenuto i suoi sotto pressione  durante le feste di fine anno per non perdere la concentrazione.

Dice il presidente Ezio Aprile: “Non penso queste feste possano essere un deficit per i ragazzi. Molti hanno rinunciato a tornare a casa per le feste e tutti hanno deciso di continuare ad allenarsi, perfino di domenica. I ragazzi sono molto carichi ed esaltati dopo la sfida di Catania e hanno scelto di prendersi solo due giorni di vacanza, sanno che questa è una gara importante e hanno mostrato grande maturità. In questa stagione tutto è stato un’incognita, non sapevamo lo stato di forma delle altre squadre e spesso nemmeno il loro modo di giocare. Sapevamo di aver costruito una squadra completa e di aver riparato ad alcuni errori fatti lo scorso anno, tuttavia non potevamo sapere cosa ci aspettava. Alcuni punti li abbiamo persi a causa del Covid, abbiamo saltato alcune gare per poi recuperarle in un periodo che ci ha visto impegnati in campo 4 volte in 10 giorni. Però in tutto questo siamo stati fortunati a non aver avuto casi in rosa e per questo dobbiamo dire bravi ai nostri ragazzi”. Il presidente si dice orgoglioso dei giocatori: “Hanno dimostrato maturità. Se devo fare un nome scelgo sempre Emanuele Bonsignore. Ci siamo trovati in difficoltà in un momento in cui Andrea Raso si è trovato a dover stare fuori dal campo e il mister ha scelto di mandare in campo Emanuele che ha dimostrato grandi cose, specie se consideriamo che il ragazzo si è trovato catapultato dalle giovanili alla Serie A dal nulla. In ogni caso sono felice di tutti e veramente orgoglioso”