Virtus Kleb senza freni passa a Palermo

Virtus Kleb senza freni passa a Palermo

Basket, serie B

Green Basket Palermo-Virtus Kleb Ragusa: 65 – 74 (13-22; 29-38; 51-50)

Green Basket Palermo: Bedetti 15, Boffelli 15, Caronna 10, Guerra 6, Gentili 13, Nicosia ne, Di Marco, Caridi 1, Lombardo 2, Ben Salem, Moltrasio ne, Drigo 3. Coach Mazzetti

Virtus Kleb Ragusa: Chessari 6, Idrissou 4, Dinatale ne, Mastroianni 11, Iurato 16, Kitsing, Sorrentino ne,  Salafia 2, Canzonieri, Stefanini 6, Simon 7, Ianelli 22. Coach Bocchino

Arbitri: Fiore – Correale

Virtus Ragusa passa a Palermo e porta a casa la terza vittoria consecutiva. I biancazzurri sono stai sempre avanti nella gestione della gara ma hanno dovuto subire il ritorno degli uomini di coach Mazzetti nel terzo periodo quando i padroni di casa sono passati avanti di un punto. C’è voluto un grande Iannelli, 22 punti e 7 rimbalzi per lui, per riportare la Virtus a distanza di sicurezza chiudendo a +9. Al PalaMangano è stata una partita in cui i ragusani ci hanno messo anima e cuore e soprattutto non si sono mai tirati indietro.

Ad aprire le ostilità sono i padroni di casa con una tripla di Drigo, alla quale Ragusa risponde rabbiosamente con un 8-0 di parziale firmato dalle penetrazioni aggressive di Stefanini, Iurato, Ianelli e Idrissou. Il canestro e fallo antisportivo che Drigo concede a Iurato al 6’ acuisce la forbice tra le due squadre, con i palermitani autori di diverse palle perse, 13-22 e Virtus in controllo.. Così come in apertura di match, è una tripla a rompere il ghiaccio nel secondo quarto, per mano di Chessari che firma il massimo vantaggio per la Virtus Kleb (13-25). La difesa ragusana è ben organizzata e Palermo non passa. Idrissou si fa valere nelle stoppate e Ianelli affonda il coltello in transizione (doppia cifra e 3 assist già all’intervallo per lui). Una tripla ancora di Chessari e un canestro di Gentili per i palermitani chiudono il primo tempo sul 29-38.

Ianelli apre alla grande anche la ripresa con 4 punti, ma coach Bocchino deve registrare un vistoso calo d’intensità dei suoi che lasciano strada al Green per rientrare sul tabellone. Al 27’ Gentili ne mette due da tre riducendo a 5 punti il margine (43-48) con coach Bocchino che chiama timeout. Caronna ai liberi e Boffelli poco dopo pareggiano i conti (49-49), punendo il cattivo posizionamento a rimbalzo difensivo della Virtus Kleb. Il primo vantaggio Green arriva proprio sulla sirena del terzo periodo, con Bedetti che appoggia il punto del 51-50. Stefanini suona la carica per i suoi con la stoppata su Gentili, mentre Ianelli riprende a macinare gioco e canestri nell’altra metà campo. Elastico e cambio repentino di vantaggi, con Lombardo che mette i suoi primi punti a referto per i palermitani. Ragusa aggiusta la mira e con le triple in rapida successione di Stefanini e Mastroianni si riporta sul +8  (55-63) al 34’. Lombardo e Boffelli non ci stanno e dimezzano lo svantaggio dei padroni di casa con 3’ ancora sul cronometro, ma è ancora Ianelli l’uomo della provvidenza con l’assist nel pitturato per i due punti facili di Salafia. Il punto esclamativo al successo ragusano lo mette Simon con un impetuoso tentativo di andare al ferro che gli vale comunque due punti salutati dai compagni con entusiasmo. Si chiude sul 65-74.