Protocollo sanitario: screening con test

Protocollo sanitario: screening con test

Calcio, Dilettanti

Il protocollo sanitario per i Dilettanti ed in particolare per la serie D cambierà. La Lega Nazionale Dilettanti ha aggiornato lo schema fin qui adottato ed ha la proposta d’integrazione a quello attualmente in vigore .La modifica riguarda principalmente l’adozione di tamponi di screening utilizzando test rapidi antigenici, ormai diffusi in ogni settore (dalla scuola alle attività produttive), per la prevenzione della diffusione del contagio, effettuabili presso le società interessate. Si tratta di un’integrazione fondamentale per innalzare il livello di sicurezza e per dare maggiore regolarità allo svolgimento delle attività. Una volta valutata dalla commissione medico scientifica della FIGC, l’integrazione del protocollo potrà trovare rapida applicazione. Un iter che la Lega Nazionale Dilettanti spera possa concludersi in tempi brevi, dal momento che la ripresa del campionato è ormai alle porte.

“Abbiamo fatto quanto era nelle nostre competenze, recependo le istanze delle società: ora attendiamo il via libera della FIGC – ha dichiarato il coordinatore della Serie D Luigi Barbiero – anche perché la ripresa del campionato non potrà che essere subordinata all’adozione del nuovo protocollo sanitario. L’adeguamento e la semplificazione del protocollo è stata chiesto in modo pressante da tante società che non riescono a far fronte a tutte le incombenze e versano già in uno stato di crisi. Se il protocollo riguarderà innanzitutto la serie D è molto verosimile che a caduta venga adottato peri campionati a carattere regionale prima della ripresa, prevista per la prima settimana di dicembre.