Il S. Croce si ferma: 6 i positivi al covid

Il S. Croce si ferma: 6 i positivi al covid

Calcio, Eccellenza/B

Aumentano i casi di positività tra i giocatori e i dirigenti del S. Croce. E’ una escalation man mano che vengono resi noti gli esiti dei tamponi. Prima due giocatori, poi 4 e l’ultimo comunicato della società parla di sei tesserati positivi ed il direttore generale Claudio Agnello non esclude affatto altri casi. Dice Agnello: “Gli atleti, lo staff ed alcuni dirigenti sono in isolamento fiduciario in attesa di tampone. Siamo nelle mani degli organi sanitari competenti e quotidianamente monitoriamo lo stato di salute dei ragazzi che ad oggi sembra abbastanza buono. Lo stadio “Kennedy” (foto) è in fase di sanificazione e le attività al suo interno sono state interrotte anche dalle altre associazioni fruitrici. Viviamo in un clima delicato e difficile ma forse, mai come oggi, tutto il club si è unito con forza per superare un momento sportivo e sociale senza precedenti. Abbiamo registrato la vicinanza di tantissime persone e tantissime società e quindi ringrazio a nome del club tutti coloro che fino ad oggi ci hanno sostenuto”.

La trasferta di Aci S. Antonio si è rivelata infausta, al di là della sconfitta maturata in campo, perché al rientro i primi giocatori hanno accusato casi di positività. La società ha sospeso subito tutta l’attività ed il dato certo è che la partita di domenica contro il Carlentini non sarà disputata. C’è anche il rischio concreto che salti anche quella con Aquedolci in calendario domenica 1 novembre sul campo dei tirrenici. I presidenti delle due squadre si sono sentiti telefonicamente e si sono trovati d’accordo sull’opportunità di rinviare la gara. In attesa dell’esito dei tamponi per tutto il gruppo del S. Croce è difficile ipotizzare quando la squadra potrà tornare ad  allenarsi. La società camarinense ha informato gli organi federali di Palermo ed è in attesa di comunicazioni sul prosieguo dell’attività che è legata strettamente all’evolversi della situazione.