S. Croce ritorna al “Kennedy” contro Real Siracusa

S. Croce ritorna al “Kennedy” contro Real Siracusa

Calcio, Eccellenza/B

Dopo due trasferte consecutive il Santa Croce ritorna in casa al “Kennedy” affrontando l’ostico Real Siracusa Belvedere. La gara nasconde molte insidie per la compagine biancoazzurra che in quest’inizio di stagione si pone l’obbiettivo della ricerca della continuità dei risultati. Dopo il convincente exploit esterno di Mascalucia contro la San Pio X, nel quale la squadra di Lucenti ha dimostrato quel carattere tanto richiesto dal tecnico ragusano, è già tempo di conferme per i giocatori biancoazzurri che si troveranno di fronte una squadra avversaria agguerrita e contrariata per la posizione di classifica che attualmente occupa. La squadra in settimana ha preparato al meglio questa delicatissima gara con l’intento di cercare di sfruttare al massimo il vantaggio di giocare in casa. Mister Gaetano Lucenti (foto) dovrà però fare a meno dell’infortunato Iozzia, uscito dal campo domenica scorsa dopo soli tre minuti di gioco per un risentimento muscolare. Il tecnico biancazzurro dovrà adattarsi alla situazione ma, per fortuna, nel suo “scacchiere” possiede diverse soluzioni che possono far sopperire all’importante mancanza.

La nota negativa continua ad essere la disputa della gara a porte chiuse e quindi la mancanza del pubblico che per via dell’incremento dei contagi al Covid-19 costringerà la dirigenza a chiudere per la terza volta, gara di Coppa Italia compresa, le tribune del Kennedy. La società potrebbe optare per una diretta Facebook in modo da consentire ai tifosi del “Cigno” di seguire la gara. Si concentra sulla partita il commento del tecnico Lucenti: “Contro il Real Siracusa Belvedere non sarà una passeggiata.  – ammette il tecnico biancoazzurro – Affronteremo, infatti, una squadra organizzata, ben messa in campo e con delle individualità di tutto rispetto. D’altronde siamo consapevoli che quest’anno il livello tecnico del torneo si è molto alzato e durante la settimana abbiamo lavorato per essere pronti a questa sfida. Siamo ancora un cantiere aperto e stiamo lavorando per correggere alcune lacune che nelle precedenti gare hanno caratterizzato le nostre prestazioni. Siamo comunque sulla strada giusta e sono convinto che la squadra sta rispondendo bene alle mie direttive. Domenica giocheremo in casa e dovremo dare il massimo per fare bene e ottenere qualcosa di positivo naturalmente nel rispetto per il nostro avversario”. La gara avrà inizio alle ore 15.30 e sarà diretta dal signor Augello della sezione di Agrigento che sarà collaborato dai signori Ciappa di Caltanissetta e Lo Giudice di Agrigento.