S. Croce cede di misura allo Jonica nel finale

S. Croce cede di misura allo Jonica nel finale

Calcio, Eccellenza/B

JONICA – SANTA CROCE: 1 – 0

Marcatore: 23’st De Glò

JONICA: Romano, Interdonato, Savoca G, Herasymenko, Sanfilippo, Smiroldo (47’st Echeverria), Gallardo, Branca (16’st De Glò), La Forgia (25’ st Sowe), Tabares, Savoca I (35’ st Saglimbeni). A disposizione: Bartolotta, Galigali, Alberto, Pellizzeri, Puglisi. All.re Filormo

SANTA CROCE: Cavone, Minteh, Incatasciato F (35’st Arestia), Escobar, Ravalli, Sferrazza, Di Rosa, Iozzia, Sammartino, Leone, Floridia (1’ st Gravina). A disposizione: La Rosa, Battaglia, Morales, Intatasciato L, Iurato Ahmed. All.re Lucenti

Arbitro Marino di Acireale

Note. Ammoniti  Sowe (J); Iozzia, Gravina, Sammartino, Di Rosa( SC) . Angoli 4-0 per S Croce

Perde di misura il Santa Croce senza demeritare ma anche senza brillare, soffrendo, soprattutto nella ripresa la fisicità e l’agonismo degli avversari, dimostrandosi però alla lunga debole in soluzioni tattiche. Molte imprecisioni in tutti i reparti e scarsa coordinazione degli stessi. Nel Santa Croce ritorna titolare Minteh che era stato assente lo scorso turno per infortunio e il tecnico Lucenti schiera dall’inizio il giovane Federico Incatasciato, fratello gemello di Lorenzo in gol domenica scorsa al suo esordio in Eccellenza. Per il resto la stessa composizione di giocatori in avanti sia a centrocampo che all’attacco schierati dal primo minuto della gara di domenica scorsa vinta con il Palazzolo.

Primo tempo equilibrato e parco di occasioni da rete. La Jonica nella prima frazione ci metteva tanta fisicità e agonismo ma poco costrutto tattico  con azioni di gioco in molti casi senza idee ben chiare. Il Santa Croce invece prendeva le misure sia in difesa che a centrocampo da subito riuscendo a rintuzzare le poche azioni da gioco dei giallorossi locali. La gara si apriva con un primo acuto al 2’ di Floridia che in area tirava verso la porta ma il tiro era facile preda di Romano. Solo al 19’ i locali si rendevano presenti verso l’area avversaria con Branca che impegnava Cavone in una respinta. Ancora il portiere biancoazzurro interveniva con decisione al 26’ su tiro di La Forgia. Al 29’era Leone che si affacciava verso la porta dei locali ma si allungava maldestramente la palla sciupando una occasione. Al 33’ era Di Rosa che si liberava in are ma il suo tiro era facile preda di Romano. Occasione per i giallorossi al 41’ con Branco che da buona posizione all’altezza del dischetto svirgolava clamorosamente e sciupava una buona occasione. La ripresa vive solo sel gol dei locali grazie ad una dormita generale della difesa biancoazzurra. Da un fallo laterale al 23’la sfera giungeva a De Glò che non veniva contrastato adeguatamente e insaccava da centro area. Al 36’ palo di Saglimbene. Poche occasioni del Santa Croce (nella foto un tiro di Di Rosa parato dal portiere peloritano).