Marina Ragusa si muove bene. Utro soddisfatto

Marina Ragusa si muove bene. Utro soddisfatto

Calcio, serie D

Allenamento congiunto sotto la pioggia per il Marina di Ragusa contro l’Atletico S. Croce. E’ la seconda prova della stagione e per la squadra è importante ritrovarsi ad appena due settimane dell’inizio del campionato. Dopo la prova di Palazzolo al “Biazzo” il tecnico Salvo Utro ha mandato in campo tutti gli uomini della rosa ed ha riproposto almeno all’inizio un modulo a 3 per la difesa con Puglisi perno centrale. A centrocampo si è mosso bene Papà Senè (foto), ex S. Croce, che insieme a Mauro e Schisciano costituisce l’impalcatura centrale della squadra. In avanti bene anche il belga Allegria. Il Marina  di Ragusa ha creato e segnato (8-0 il risultato finale) ma ha soprattutto messo minuti di autonomia in più nel motore. Dice il tecnico: “Sono soddisfatto del lavoro che stiamo facendo. Abbiamo fatto 3 tempini da mezzora, veniamo da giorni pesanti di allenamento. La squadra sta crescendo, i ragazzi stanno mettendo in pratica quanto proviamo. Il risultato non conta, ci siamo mossi bene e la strada è quella giusta”.

Alla società intanto è arrivato il messaggio del sindaco Peppe Cassì per l’inizio della stagione. Scrive il primo cittadino: ”Non sappiamo che stagione sportiva ci attende eppure conosciamo bene che Marina Calcio sarà. Se sui campionati aleggiano le incognite di un virus che ancora serpeggia e ci frena, nessun dubbio sulle qualità che il Marina metterà sul campo: entusiasmo, innanzitutto, ma anche grande determinazione e lealtà; valori identitari della società che dal terreno di gioco si irradiano al calore dei tifosi. Alla squadra, allo staff e alla società, voglio esprimere parole di gratitudine: comprendo bene che nei prossimi mesi a causa del Covid atleti e organizzatori potranno affrontare sfide nuove che esulano dai valori del campo, ma sono al tempo stesso convinto che proprio lo sport, la gara, la partita, i gol contribuiranno in maniera significativa alla ripartenza della nostra comunità”.