S. Croce darà battaglia nel derby con Ragusa

S. Croce darà battaglia nel derby con Ragusa

Calcio, Eccellenza/B

Non sarà scontata per il Ragusa la qualificazione al secondo turno di Coppa Italia contro il Santa Croce sebbene la formazione di Raciti ha superato i biancoazzurri di Lucenti per 2-0 addirittura fuori casa nella partita di andata a Santa Croce. Non fosse altro perché il Ragusa, nella gara di ritorno domenica al “Campo”, avrà un Santa Croce diverso rispetto a sette giorni prima. Il tecnico Lucenti recupererà infatti ben otto titolari, i quattro giocatori che rientreranno dopo la squalifica che avevano rimediato nella scorsa stagione e i quattro infortunati assenti domenica scorsa, ossia i difensori Morales e Gravina, il centrocampista italo-argentino Escobar e l’under Quartarone. Tutti questi otto giocatori  saranno nuovamente a disposizione del tecnico Lucenti che avrà così nuove soluzioni da mettere in campo per cercare una rimonta che potrebbe essere nelle possibilità dei biancazzurri. Mancheranno però ancora il difensore Ravalli e l’attaccante Gulino per problemi fisici così come il difensore Sferrazza che deve scontare un’altra giornata di squalifica. Certo, il Ragusa parte avvantaggiato dal risultato dell’andata  grazie ai due gol di scarto a suo favore ottenuti per di più fuori casa e che peseranno soprattutto dal punto di vista morale a tutto vantaggio della formazione azzurra più di qualsiasi altro fattore. Visto però appunto, come detto, il recupero di molti titolari in casa biancoazzurra e il fascino del derby, non può dirsi scontato che l’esito della qualificazione sia in partenza a favore del Ragusa. Tanti dubbi sembrano pure addensarsi sullo svolgimento a porte aperte della gara allo stadio “Aldo Campo”. A tal proposito, causa una specifica interpretazione delle disposizioni governative in materia di norme per fronteggiare il Covid-19, è in dubbio anche la presenza di pubblico con la conseguente assenza quindi di entrambe le tifoserie così come è stato nella gara d’andata disputatasi al “Kennedy”, allora per la mancata omologazione dell’impianto santacrocese.

Sul momento attuale dice la sua il direttore generale biancoazzurro Claudio Agnello: “Viviamo un periodo di forte apprensione per via delle incertezze riguardo al ritorno o meno del pubblico sugli spalti. – ammette il dg biancoazzurro – Il club sta investendo non poche risorse per l’adeguamento dell’impianto ottenendo di recente il rinnovo dell’agibilità grazie anche alla fattiva collaborazione con il professionista architetto Occhipinti quale dirigente del 3° dipartimento del Comune di Santa Croce Camerina. Intanto saremo impegnati nel ritorno di Coppa a Ragusa e, nonostante la sconfitta dell’andata, pensiamo di avere ancora le possibilità di superare il turno. Ci aspettiamo una prova convincente da parte della squadra”. La gara si disputerà con inizio alle 16 e a dirigerla sarà Augello della sezione di Agrigento che sarà collaborato da Vasques e Garofalo entrambi della sezione di Siracusa.