Ragusa alla prova del S. Croce. Tanti volti nuovi e grandi attese ma non ci sarà pubblico

Ragusa alla prova del S. Croce. Tanti volti nuovi e grandi attese ma non ci sarà pubblico

Calcio, Eccellenza/B

Per il Ragusa (foto) di Filippo Raciti comincia la stagione ufficiale. Al “Kennedy” gli azzurri affrontano il S. Croce dell’ex Gaetano Lucenti per la gara di andata di Coppa Italia (inizio ore 16). Gli azzurri sono una vera e propria incognita perché a causa del forzato stop dovuto alla positività di un giovane calciatore si sono dovuti fermare per una settimana nel bel mezzo della preparazione. Per il tecnico è stato dunque impossibile provare uno schieramento e soprattutto vedere all’opera i tanti volti nuova che la dirigenza ha messo a disposizione dell’allenatore. Punti fermi della squadra restano in ogni caso il portiere Di Martino, la coppia centrale di difesa formata da Jurado e Miano. A centrocampo Gatto, Messina, Sangarè mentre in avanti agiranno Furnò con porto e Passewe sugli esterni in attesa della disponibilità di Maiorana. Da decidere solo gli under con cui completare il mosaico.

 Dice Filippo Raciti: “E’ probabile che questo gruppo abbia ancora necessità di qualche puntello ma la società sta già provvedendo. In ogni caso, dopo domenica ci renderemo ancora meglio di ciò di cui c’è bisogno e che cosa servirà per migliorare. Certo, i ragazzi hanno fame di giocare a calcio, dopo cinque mesi di stop. E siamo tutti curiosi di vedere come sarà gestita, dal punto di vista fisico ma soprattutto mentale, questa ripartenza. La squadra è stata allestita sapendo di avere un determinato obiettivo in mente. E dovremo essere bravi noi a cercare di attuarlo”.