Il S. Croce riparte con Escobar e Cornazzani

Il S. Croce riparte con Escobar e Cornazzani

Calcio, Eccellenza

È iniziata  la preparazione atletica dei giocatori del Santa Croce sotto la direzione tecnica del trainer Gaetano Lucenti che ha sancito così ufficialmente l’avvio della stagione agonistica 2020/21, la terza consecutiva in Eccellenza. La settimana scorsa è stata intensa e piena di impegni per il dg Claudio Agnello e per il ds Paolo Fazio proprio in prospettiva di dare una consistenza alla rosa dei giocatori da affidare alle cure del tecnico. A poche ore dal fatidico “start up” i due dirigenti biancazzurri hanno puntellato l’organico con degli innesti tecnicamente interessanti e di qualità. IL primo è una conferma ma ha tutte le caratteristiche di un importante colpo di mercato. Anche se ha infatti già giocato gli ultimi due campionati con il Santa Croce in Eccellenza, la riconferma del portiere Giuseppe Cavone è da considerarsi a tutti gli effetti un importante innesto perché l’atleta non era certo di giocare ancora una stagione con i biancoazzurri. La conferma quindi dell’estremo difensore, che ha disputato le ultime due stagioni su alti livelli, viene accolta dall’entourage dirigenziale e dai tifosi come una buona e promettente notizia. Gli altri due arrivi sono anch’essi dei veri e propri colpi di mercato.

Grazie all’intermediazione del talent scout Lautaro Tarquino, il Santa Croce si è assicurato le prestazioni del talentuoso regista argentino Leo Javier Escobar (foto) e del centravanti, anch’esso argentino, Franco Cornazzani. Escobar, classe ’96, proviene dalla Civitanovese che milita nel campionato di Promozione marchigiano ma in Argentina ha fatto la trafila nelle giovanili del Club Platense che milita nella serie B sudamericana, arrivando a esordire in prima squadra. Escobar è il classico numero dieci, dotato di una buona tecnica e di un’ottima visione di gioco e sono proprio queste caratteristiche sulle quali conta il tecnico Lucenti per affidargli le chiavi del centrocampo. Franco Cornazzani, classe ‘98, proviene invece dal Tortolì dove grazie alle sue reti ha contribuito alla salvezza dei sardi nel campionato di Promozione ma che è anche una vecchia conoscenza del calcio siciliano, avendo indossato le maglie di Alcamo, Castelbuono e Sporting Vallone nel campionato di Eccellenza. Franco Cornazzani è dotato di un fisico possente ed è il classico lottatore d’area, bravo a sfruttare situazioni in mischia ma è anche altrettanto astuto nell’attaccare gli spazi e inserirsi per finalizzare. Il compito di Cornazzani sarà ancora più gravoso perché dovrà sostituire il suo connazionale Ariel Reinero approdato in serie D nell’Aprilia (girone laziale) grazie alla splendida stagione vissuta con il Santa Croce.

“Iniziamo la stagione agonistica con un cauto ottimismo. – dice il ds Paolo Fazio – Come volevamo, abbiamo puntato a confermare quanti più giocatori della scorsa stagione. I ragazzi hanno risposto molto bene e con Escobar e Cornazzani abbiamo rinsaldato la già ottima rosa fin qui preparata. Continuiamo comunque ad essere sempre vigili sul mercato per eventuali “last minute” che potrebbero interessarci sebbene fino ad oggi possiamo ritenerci soddisfatti del lavoro di assemblaggio della squadra. Adesso è tempo di allenamenti e test calcistici e grazie alle indicazioni che ci darà la prima fase della preparazione e del precampionato decideremo insieme al dg Claudio Agnello eventuali altri movimenti in entrata”. Confermati anche i giovani Quartarone e Iurato