Lnd ufficializza promozioni e retrocessioni

Lnd ufficializza promozioni e retrocessioni

Calcio, Dilettanti

Il Comitato Regionale siciliano della Lnd ha fatto chiarezza su promozioni e retrocessioni nel corso della seduta tenuta nella sede di via Siino. Il presidente regionale Santino Lo Presti e il vicepresidente nazionale Sandro Morgana hanno fatto il punto sui campionati dopo avere fatto proprie le indicazioni del Consiglio federale che ha “cristallizzato” le classifiche al momento dell’interruzione dei vari campionati. Il comitato ha deciso che nella prossima stagione l’Eccellenza si articolerà sui due gironi da 16 squadre ciascuno, 64 formazioni daranno vita alla Promozione, 98 alla Prima Categoria e 70 infine si batteranno nella Seconda Categoria. Tutto da vedere, naturalmente, quante saranno le società che confemerano la propria iscrizione e quante scompariranno per via di fusioni o altro per cui è prevedbile che sci saranno ulteriori cambiamenti negli organici dei campionati. Iscrizioni previste dal 15 al 27 luglio per i campionati regionali, con un margine di dieci giorni per la regolarizzazione delle domande. Le società verranno sgravate di buona parte delle spese, per le quali peraltro è stata prevista una rateizzazione, grazie ai contributi provenienti sia da Roma che da Palermo. Nell’Eccellenza e nella Promozione sarà obbligatorio schierare in ogni partita e per tutto il suo arco un atleta nato nel 2001 e uno del 2002.

In Eccellenza promosse in serie D le vincenti dei due gironi (Dattilo e Paternò), retrocessa l’ultima di ciascun raggruppamento (Milazzo e Sciacca). Su scala nazionale, per determinare le ulteriori sette aventi diritto alla promozione in ‘D’, si farà la media punti tra tutte le seconde classificate. S. Agata e Canicattì sono in posizione utile. In Promozione Pozzallo beffato perché non sarà ammesso, almeno in questa fase, all’Eccellenza ma dovrà attendere, eventualmente, i ripescaggi. Ammesse la prima di ogni girone della Promozione, più due fra le seconde classificate scelte con il criterio dell’applicazione della media-punti (rapporto fra il numero dei punti conseguiti e quello delle partite svolte). Sono ammesse dunque le quattro vincenti dei gironi di Promozione (Unitas Sciacca, Igea 1946, Aci Sant’Antonio e Siracusa), mentre i rimanenti due posti, messi in palio solitamente con i playoff, vengono assegnati alle due migliori seconde in classifica attraverso il criterio della media punti, cioè il rapporto tra il punteggio “cristallizzato” e il numero delle gare effettivamente disputate. A festeggiare il salto di categoria sono Dolce Onorio Folgore (55 punti in 24 giornate, media 2,29) e Acquedolci (58 punti in 24 gare, media 2,41). Beffate Jonica (49 punti, media 2,04) e Pozzallo (50 punti, media 2,08).

Lo stesso criterio della media punti viene adottato in Prima Categoria con l’approdo in Promozione per le tre migliori seconde. Alle già promosse Fulgatore, Resuttana San Lorenzo,San Fratello, Nuova Azzurra, Calcio Belpasso, Mazzarone e Atletico Gorgonia si uniscono Per Scicli (42 punti in 17 giornate, media 2,47) Belpasso  (49 punti in 20 giornate, media 2,45) e Sporting Termini (42 punti in 18 giornate, media 2,33). Il Per Scicli, nella prossima stagione, si chiamerà Asd Scicli Calcio dopo la fusione avvenuta con l’Atletico Scicli per cui si tratta di una promozione virtuale.

L’organico di Prima Categoria, poi, si completa con la promozione delle cinque prime classificate dei gironi di Seconda Categoria (Aspra, San Mauro Castelverde,Furci, New Randazzo e Sommatinese) alle quali si uniscono tutte le cinque seconde al momento dello stop: esultano Custonaci, Aluntina , Calcio Saponarese, Guardia Calcio e Don Bosco Mussomeli.