Ragusa in bilico. Settineri: “Mi guardo attorno”

Ragusa in bilico. Settineri: “Mi guardo attorno”

Calcio, Eccellenza

Alessandro Settineri (foto)  pensa ancora a quello che è stato e quello che avrebbe potuto essere. “Col gruppo che avevamo potevamo consolidare la nostra posizione di classifica, eravamo vogliosi di giocarci le nostre chance. Abbiamo fatto una stagione importante, il merito va ai giocatori che mi hanno seguito e hanno sposato la mia idea. I play off sarebbero stati il coronamento di un grande percorso, sarebbe stato bello vedere fino a che punto ci saremmo potuti confrontare con le grandi realtà. Avremmo giocato con la spensieratezza di chi vuole divertirsi, non avevamo nulla da chiedere perché già eravamo andati uno step oltre ai nostri obiettivi. Nessuno conosceva più di metà dei nomi della nostra rosa”.

Se il passato è ormai archiviato c’è ora da pensare al futuro personale e della società. Il tecnico si guarda attorno. Per lui si potrebbero aprire altre prospettive, anche in serie D, visto che il suo lavoro è stato apprezzato dagli addetti ai lavori in particolar modo. “Valuterò le proposte che mi arriveranno e poi, perché no, mi piacerebbe portare con me qualche giocatore avuto quest’anno a Ragusa. Qualche chiacchierata c’è stata, vedremo”. Il futuro del Ragusa è nebuloso ed il tecnico dice: “Ho sentito il presidente D’Amico e mi ha ribadito il suo pensiero di allontanarsi dal calcio. Cordata ragusana? Non conosco la loro forza ma mi auguro per il bene della piazza, dei tifosi che mi hanno sempre sostenuto, che Ragusa riesca ad avere una stabilità per la storia che ha”. Ma da questo fronte ancora nessuna notizia, anzi solo silenzio.