Marina Ragusa resta in D, Palermo in C

Marina Ragusa resta in D, Palermo in C

Calcio, serie D

Previsioni rispettate. Il consiglio direttivo della Lnd ha proposto all’unanimità la promozione delle prime classificate nei nove gironi della serie D e la retrocessione delle ultime quattro. La proposta passerà ora al vaglio del prossimo Consiglio Federale in programma giovedì 28, per la necessaria ratifica. Sembra comunque scontato che la proposta della Lnd venga accolta. Per effetto di tale decisione nel girone I sarà promosso il Palermo mentre in Eccellenza andranno Palmese, San Tommaso, Marsala e Corigliano. Quest’ultima società è alla pari a quota 25 al quartultimo posto con il Roccella che ha tuttavia una differenza reti migliore. Dovrebbe essere dunque il Corigliano a retrocedere.  Salvo il Marina di Ragusa (foto) forte dei suoi 28 punti, frutto di un girone di ritorno molto positivo che è valso la salvezza e la possibilità di potersi presentare il prossimo anno ai nastri della serie D.

“Abbiamo agito con la massima accortezza e nel rispetto delle linee indicate dal Consiglio Federale in ordine a promozioni e retrocessioni in Serie D – ha commentato il numero uno della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia – consapevoli che non fosse affatto semplice affrontare la situazione tenendo conto delle peculiarità verificatesi. Ritengo sia stato fatto un lavoro scrupoloso, confortato dall’unanimità del voto in Consiglio Direttivo e guidato dal principio del merito sportivo, al quale la LND si è sempre attenuta. Credo ci siano le condizioni, anche nell’ottica della sempre più auspicata riforma del sistema calcistico italiano, di poter successivamente andare a soddisfare le ambizioni di chi avrà i requisiti oggettivi per nutrirle. Ora attendiamo il pronunciamento del massimo organismo della FIGC sulle nostre proposte. Poi finalmente potremo cominciare a pensare alla nuova stagione, con l’augurio di ripartire più forti e decisi di prima”.