Ufficiale: stop definitivo ai campionati dilettanti. In bilico promozioni e retrocessioni

Ufficiale: stop definitivo ai campionati dilettanti. In bilico promozioni e retrocessioni

Calcio, serie D

Il Consiglio federale ha dato lo stop ai campionati dilettantistici. Dalla serie D fino alla Terza Categoria la stagione è stata chiusa definitivamente e si potrà pensare sin da adesso alla prossima stagione di cui ancora, comunque, non è stato fissato l’inizio. Il Consiglio ha poi rinviato ad altra delibera i provvedimenti sugli esiti dei campionati. Nella riunione in programma venerdì saranno decise promozioni e retrocessioni  nei vari campionati dilettantistici. Scontato comunque che le prime dei nove gironi di serie D saranno promosse in serie superiore mentre è probabile che non ci saranno retrocessioni. Le squadre interessate, tra cui il Marina di Ragusa, che occupa una posizione nei play out, dovranno dunque attendere gli esiti della riunione di venerdì. Per quanto riguarda i campionati regionali, dall’Eccellenza alla Terza Categoria, sarà la Lnd Sicilia ad assumere le decisioni su promozioni e retrocessioni ma è plausibile che il comitato regionale non si discosterà da quanto deciso per la serie D per adottare un criterio di uniformità. Il calcio italiano riprenderà, invece , con i campionati di serie A, B e C che andràavanti fino ad agosto inoltrato.

Le competizioni –si legge nel comunicato ufficiale- “potranno andare avanti fino al 31 agosto, i campionati professionistici dovranno concludersi entro il 20 agosto. In caso di “nuova sospensione” per l’emergenza coronavirus il consiglio Figc rimodulerà il format dei campionati con “brevi fasi di play-off e play-out”; se invece ci sarà un’interruzione definitiva, “la classifica sarà definita applicando oggettivi coefficienti correttivi che tengano conto della organizzazione in gironi e/o del diverso numero di gare disputate dai club e che prevedano in ogni caso promozioni e retrocessioni”.