Sport in moto. Aperti circoli e palestre

Sport in moto. Aperti circoli e palestre

Vari

Lo sport si rimette in moto. La ripresa dell’attività non sarà totale visto che gli sport di squadra dovranno ancora attendere. L’ordinanza  firmata dal presidente della Regione Nello Musumeci consente di svolgere tutte le attività sportive individuali. Atletica in tutte le varie specialità, tennis, nuoto, danza, scherma, possono essere praticate.  I circoli, le società, le associazioni sportive e le palestre possono aprire le loro porte dopo oltre due mesi di blocco. Si potrà svolgere attività anche in locali chiusi a condizione che si rispettino le regole del distanziamento interpersonale nel rispetto del distanziamento interpersonale, senza alcun assembramento. Nelle palestre i titolari dovranno assicurare la sanificazione di locali e di attrezzi per evitare eventuali trasmissioni del virus. Nei centri sportivi e nelle palestre potranno tornare a funzionare bar e ristoranti. Tempi più lunghi invece per l’apertura delle piscine perché saranno fruibili da lunedì 25 e con tutta una serie di specifiche condizioni per spogliatoi e docce.

Più complesso il discorso relativo agli sport di squadra. Bisognerà attendere la decisione del Governo che a sua volta attende le indicazioni e le raccomandazioni del comitato scientifico. Per il calcio si parla di un riavvio, ma solo per il campionato di serie A e forse della B per metà giugno ma i dubbi sono ancora tanti. Scontato, ma non ufficiale, il blocco di tutti i campionati dilettantistici ma bisognerà vedere come le leghe penseranno di chiudere la stagione interrotta. La linea di pensiero è quella di promuovere alla serie superiore le prime classificate e di bloccare retrocessioni, play off e play out.