Per giocatrici Virtus Eirene fine isolamento

Per giocatrici Virtus Eirene fine isolamento

Basket, A1

Le giocatrici delle Virtus Eirene e tre tecnici, tra cui Gianni Recupido, sono uscite dall’isolamento fiduciario che hanno osservato da dieci giorni. E’ stata la misura presa dalla società dopo la trasferta di Costa Masnaga di martedì 3  che ha fatto scattare la prevenzione in funzione anti coronavirus per tutto il gruppo partecipante alla trasferta in terra lombarda, pur disputando la partita a porte chiuse. In questi ultimi dieci giorni Le giocatrici sono rimaste confinate a casa singolarmente. Difficile dire cosa vorranno fare in funzione del prosieguo della stagione. Conterà molto dalla prospettiva più o meno lontana di potere riprendere ad allenarsi e giocare perché pur uscendo dall’isolamento fiduciario gli allenamenti non potranno riprendere visto che il PalaMinardi, così come tutte le altre palestre sono chiuse. La veneta  Giuditta Nicolodi (foto), 25 anni ex Geas, da quest’anno in biancoverde in una intervista al TG3 ha detto: “Ci sentiamo ogni giorno con le compagne, stiamo tutte bene in salute e questa è la cosa importante. Noi italiane siamo più tranquille, le straniere sono preoccupate per la paura di non potere rientrare a casa in tempi brevi”.

Tutto da vedere quali saranno le determinazioni  delle americane Ashley Walker e Dearica Hamby e della nigeriana Ify Ibekwe. Alcune giocatrici straniere di società militanti in A1 hanno rescisso il loro contratto consensualmente per ritornare a casa e bisognerà vedere quale atteggiamento assumeranno le tre straniere biancoverdi. Dal canto suo coach Recupido si augura che le decisioni sull’evoluzione della stagione arrivino al più presto anche in funzione della conclusione del campionato. Il tecnico ha approfittato dell’isolamento casalingo per vedere alcune partite di squadre avversarie e monitorare alcune atlete che in futuro potrebbero fare al caso della Virtus Eirene. Un auto aggiornamento che il tecnico si augura possa essere messo a profitto al più presto.