Virtus Eirene non ha giocato col S. Martino

Virtus Eirene non ha giocato col S. Martino

Basket, A1

PalaMinardi (foto) chiuso a pubblico e squadre. C’era attesa tra la tifoseria per la gara casalinga contro S. Martino di Lupari, anche se la partita contro la quarta in classifica sarebbe stata trasmessa solo sul canale tematico della Lega Basket Femminile. La comunicazione arrivata dalla Lega nel primo pomeriggio ha tagliato la testa al toro perché la partita è stata rinviata a data da destinarsi. Ci contava ascendere in campo coach Gianni Recupido perché la squadra attraversa un buon momento fisico e aveva già giocato due partite di fila contrariamente alle venete ferme, invece da 20 giorni. Coach Recupido, suo malgrado,  ha dato appuntamento alle sue atlete ai prossimi giorni perché gli allenamenti continuano e l’attività non sarà interrotta. Il gruppo biancoverde lavorerà secondo una precisa scaletta messa a punto tra il preparatore Paolo Modica ed il tecnico Gianni Recupido. Il problema del tecnico ragusano è quello di tenere alta la concentrazione e di dare tensione agonistica alla squadra.

Ragusa ha giocato, rispetto alle altre squadre di A1, due partite nel giro di una settimana. Prima contro Vigarano e poi a Costa Masnaga per cui il roster ha sulle gambe un certo minutaggio. Bisognerà ora vedere quando si tornerà in campo ed è proprio questa incognita che lascia molti interrogativi sul tipo di preparazione da svolgere. Da qui alla fine del campionato la Passalacqua dovrà disputare cinque partite. Ben quattro di queste saranno disputate in casa per cui il finale della stagione regolare si presenta abbastanza agevole. Fuori casa e proprio alla penultima giornata è in calendario la gara della 26ma giornata contro Torino. In casa le biancoverdi devono invece affrontare nell’ordine Battipaglia, S.. Martino di Lupari, Empoli e Broni. A parte S. Martino si tratta di quintetti ddella parte bassa della classifica e quindi, almeno sulla carta, molto abbordabili. Il rinvio e le complicazioni del calendario, rischiano tuttavia, di complicare le cose anche perché la Virtus Eirene ha poi due appuntamenti decisivi per tirare le somme della stagione. Il primo è la Final Eight di Coppa Italia che sulla carta dovrebbe giocarsi a Lucca dal 2 al 4 aprile ma le cui date sono ormai molto in forse. Poi c’è la fase dei play off che deciderà sull’assegnazione dello scudetto 2020.