Per S. Croce test difficile contro Real Siracusa

Calcio, Eccellenza/B

Dopo il turno precedente che ha aperto nuovi scenari al campionato del Santa Croce, la formazione biancoazzurra dovrà affrontare domenica in casa il Real Siracusa Belvedere per verificare le possibilità di poter concorrere a un posto per i play off. La squadra allenata da Lucenti, dopo aver praticamente acquisito l’obiettivo della salvezza, vuole allargare gli orizzonti e provare la corsa verso gli spareggi promozione. L’obiettivo non è facile ma, nello stesso tempo, non impossibile e per questo i biancazzurri vogliono andare fino in fondo cercando da qui alla fine del campionato di conquistare quanti più punti possibile. Capitan Ravalli e compagni vorranno fare bene e contro il Real Siracusa sfrutteranno il vantaggio di giocare fra le mura amiche del “Kennedy”. Il tecnico Lucenti avrà tutta la rosa a disposizione così da mettere in campo la migliore formazione.

“Per raggiungere la salvezza matematica mancano oramai solo i dettagl –osserva il dg Claudio Agnello – La squadra si sta concentrando adesso per togliersi qualche soddisfazione e per migliorare il campionato dello scorso anno. I ragazzi e lo staff tecnico non si pongono limiti visto che abbiamo ancora la possibilità di raggiungere i play off. Sarebbe un obiettivo fantastico per la società e per i nostri tifosi – ammette il dg biancoazzurro – ma sappiamo che sarà molto difficile perché davanti ci sono squadre ben attrezzate. Noi non dovremo guardare la classifica e potremo affrontare le partite che ancora rimangono da disputare cercando di conquistare quanti più punti possibile. Domenica affronteremo il Real Siracusa che è una squadra tosta sebbene siamo consapevoli delle nostre qualità e che ci giocheremo la partita senza nessuna preoccupazione. Avremo di  vantaggio il supporto del nostro pubblico cercando anche di sfruttare l’opportunità di giocare nel nostro terreno di gioco”. La gara si disputerà domenica pomeriggio al “Kennedy” e avrà inizio alle ore 15. A dirigere l’incontro sarà il signor Vazzano di Catania che sarà collaborato dai signori Testaì e Sorace sempre della sezione etnea.