Virtus Eirene straripante nel derby. Palermo si deve inchinare allo strapotere biancoverde

Virtus Eirene straripante nel derby. Palermo si deve inchinare allo strapotere biancoverde

Basket, A1

Virtus Eirene Ragusa- Palermo: 83-61 (22-14, 42-31, 70-47)

Virtus Eirene Ragusa: Tagliamento 9, Romeo 9, Consolini 10, Walker  20, Hamby 12; Soli 3, Nicolodi, Ibekwe 15, L. Gatti 2, Baglieri, Stroscio 3, V. Gatti. All. Recupido

Palermo: Russo 10, Flores Costa 2, Cooper 10, Miccio 6, Gatling 20; Manzotti 11, El Habbab, Cupido 2, Verona, Casiglia n.e. All. Coppa

Arbitri: Cappello, Tarascio e Frosolini

Il derby non scalda i tifosi. Spalti con molti vuoti al PalaMinardi (foto) e per i presenti la partita perde intensità e tensione già nel primo tempo. La Virtus Eirene straripa al ritorno dagli spogliatoi e oltre a far valere la tecnica delle proprie giocatrici impone la sua esuberanza fisica. Solo Gatling e Russo riescono a tamponare le tante falle che si aprono nella difesa gialloverde. Coach Recupido aveva chiesto una prestazione convincente, il riscatto dopo la sconfitta inopinata contro Geas ed ha avuto la risposta che voleva non solo in termini di gioco ma anche sul piano dei numeri. Dopo quasi tre mesi si è rivista in campo la nigeriana Ify Ibekwe (15 punti a referto) che aveva suscitato qualche frizione in società al suo ritorno dalla nazionale nigeriana. La “lunga” ha dimostrato di avere assorbito ormai l’infortunio alla caviglia e torna a disposizione del tecnico a pieno titolo. Palermo ha tenuto il campo nei primi due quarti. Grazie alla corsa ed al pressing voluto da coach Santino Coppa Ragusa viene contenuta ed il vantaggio ragusano si limita solo a 8 punti nel primo quarto. Rosa Cupido e Flores Costa cercano di organizzare gioco mentre Shayla Cooper e Markeisha Gatling (la migliore dei suoi non solo per i 20 punti) fanno fatica immane contro una Hamby sempre esuberante sotto canestro cui danno man forte Walker, Consolini e la stessa Ibekwe con Romeo micidiale da tre. Troppa roba per la matricola Palermo che già all’andata si era dovuta inchinare.

Hamby apre da 2 dopo 40 secondi risponde Miccio da 3. Palermo avanti al 3’(5-6) con Flores Costa. Doppia Hamby e Consolini portano Ragusa raddoppio 12-6 a metà quarto. Palermo recupera con Russo e Gatling, 15-14’ al 4’ dalla fine. Poi allungo Ragusa con 5 punti di Romeo e 2 di Ibekwe per il 22-14 finale. Palermo accorcia le distanze al cambio campo con Gatling. Al 2’ 22-20. Ora si gioca punto a punto. Parità al 4’(25-25) con Russo. Il quintetto ragusano ancora allunga nel finale con Walker e Tagliamento, 38-31. Ragusa avanti di 11 a 1’ dalla fine. Palermo soffre la fisicità ragusana. Ibekwe ancora a canestro due volte, 42-31 che chiude il primo tempo.

Palermo subito in difficoltà al ritorno in campo. Ragusa comincia da dove ha finito con Tagliamento da 3 e Hamby ancora a canestro. Dopo 3’ Ragusa avanti di 21. Devastanti gli attacchi delle biancoverdi. I primi 2 punti di Palermo nella ripresa sono di Gatling al 3’, 52-33. Ragusa non si ferma  e raggiunge +21 con la solita Hamby. 56-35 al 5’. Virtus Eirene incontenibile si chiude il terzo tempino con un +23,70-43 grazie ai 2 punti di Cooper. Ragusa tocca il massimo ad inizio ultimo quarto, + 25 con Ibekwe. Coach Recupido comincia tirare fuori le americane e lascia in campo le italiane e le giovanissime. A metà quarto Ragusa tocca quota + 30 (81-51) ma Palermo nel finale ha uno scatto di oroglio con le sue giovani e riduce a -22 grazie ai canestri di Manzotti e Miccio.